07222018Dom
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Più hostarie in piazza e tanta voglia di fare gruppo: la Cavalcata dell'Assunta è pronta

prioricavalcata

Grandi e piccoli si sono dati battaglia per la cerimonia di avvio con i giochi storici, il tutto in una piazza coloratissima, a cui si sono affiancate le dimostrazioni della Croce Rossa Italiana e le bici della Cronoscalata delle contrade, vinta da Torre di Palme, davanti a San Bartolomeo e Fiorenza.

FERMO – Tre mesi e poco più. la Cavalcata dell’Assunta è dietro l’angolo e le contrade hanno solo 93 giorni per preparare al meglio cavallo e cavaliere, banchetti e musici.

Il la al periodo più caldo dell’anno è stato dato in piazza del Popolo dai dieci priori. “La novità assoluta è la quinta serata delle Hostarie in piazza, di cui siamo veramente orgogliosi: l'abbiamo pensata come un'occasione in più per i turisti e i visitatori di godere dell'atmosfera della Cavalcata dell'Assunta, nel cuore della città” spiega il vicepresidente della Cavalcata, Andrea Monteriù.

Grandi e piccoli si sono dati battaglia per la cerimonia di avvio con i giochi storici, il tutto in una piazza coloratissima, a cui si sono affiancate le dimostrazioni della Croce Rossa Italiana e le bici della Cronoscalata delle contrade, vinta da Torre di Palme, davanti a San Bartolomeo e Fiorenza.

Hanno parlato, stimolati da Stella Alfieri, i tre priori vincitori un anno fa: Renato Montagnoli, priore di San Martino, vincitrice del tiro per l'astore 2017, ha segnalato l'ascesa di un gruppo di arcieri che si sta allenando molto e che potrebbe dare filo da torcere agli avversari, mentre Alberto Indiveri, tra i forzuti di San Bartolomeo alla tredicesima vittoria nel tiro al canapo, ha confermato come la contrada da battere nel 2018 sarà ancora quella rosso nera. Infine, sfida lanciata anche per la corsa al Palio, direttamente dal priore di Castello Marco Mancini contrada che lo scorso anno con Adrian Topalli su Briccona da Clodia si è aggiudicata il drappo.

A colorare il tutto ci hanno pensato i drappi delle contrade realizzati dai ragazzi delle parrocchie Santa Lucia, Santa Caterina, Sant'Antonio, San Domenico, Santa Maria a Mare, San Giuseppe Artigiano, San Domenico, San Giovanni Bosco e dalle scuole primarie Don Dino Mancini, Salvano e Sant'Andrea. Una giuria ora sceglierà il migliore e il drappo preferito diventerà il drappo per il Palio dei Bambini 2018.

Dopo aver ascoltato il Ritmo Unico della Cavalcata, composto dal M° Paolo Luzi, e aver ammirato i palloncini coni colori delle contrade volare in cielo, il lancio in cielo di tanti palloncini con i colori delle contrade e l’appuntamento al 20 maggio, ore 21, per l’investitura dei priori.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.