07232018Lun
Last updateDom, 22 Lug 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

"C'è bisogno di cultura e di impegno civile". E per questo c'è e cresce il premio Volponi

premiovolponi

Grazie all’impegno del comune di Porto San Giorgio domani sera ci sarà l’anteprima affidata a Giuliana Sgrena, protagonista di Parlare futuro. Tre mostre nel programma: una ad Altidona con Giovanni Marrozzini, una di incisori che hanno lavorato con Paolo Volponi e una didattica con l’Istituto Gramsci Marche, che quest’anno celebra l’80esimo della morte.

FERMO - Vendere i libri nei supermercati? Era un tema caro a Paolo Volponi “e per questo scegliamo ogni anno di essere dentro la Coop di Fermo” spiega Giuseppe Buondonno. Tanti gli sponsor, che in realtà sono partner con la novità di Tombolini Motor Company che per il 40ennale punta sulla cultura, come i comuni e la rete di associazioni, in testa il Circolo di confusione, che permette al premio dedicato a ‘letteratura e impegno civile’ di tagliare il nastro della 14esima edizione. Entra Amandola nel programma, non a caso, ma come simbolo di vicinanza e attenzione al territorio colpito dal sisma.

Grazie all’impegno del comune di Porto San Giorgio domani sera ci sarà l’anteprima affidata a Giuliana Sgrena, protagonista di Parlare futuro. Tre mostre nel programma: una ad Altidona con Giovanni Marrozzini, una di incisori che hanno lavorato con Paolo Volponi e una didattica con l’Istituto Gramsci Marche, che quest’anno celebra l’80esimo della morte. “Tutto si chiuderà il 2 dicembre al teatro di Porto San Giorgio. Al mattino l’incontro tra i finalisti e gli studenti, la serata affidata al giornalista Rai Giorgio Zanchini con la consegna anche del premio Mario Dondero che verrà assegnato a Letizia Battaglia, una delle fotografe più importanti per coscienza civile del 900. A leggere i testi di Paolo Volponi sarà Elio De Capitani. Il premio Cultura e Impresa va all’associazione Sibillini Segreti e Sapori.

I libri

La giuria tecnica (Andrea Bajani, Marco filoni, Maria Pace Ottieri e Lorenzo Pavolini) ha lavorato per arrivare ai tre titoli finali: ‘Borgo Vecchio’, È giusto obbedire alla notte’, ‘Works’. “riusciamo a mantenere un rapporto con l’intellettualità più importante del Paese, stabilendo relazioni che ci permettono di fare questo premio con spirito volponiano e militante. Chi viene alle iniziative è mosso da voglie sociali e non solo carrieristiche”. Parla di qualità espressiva e sociale lo scrittore Angelo Ferracuti.

Nei libri si parla di Palermo, con Giosuè Calaciura, di Roma e delle zone di emarginazione con Matteo Nucci, del miracolo economico del Nordest italiano grazie a Vitaliano Trevisan. Nadia Monti è il volto di Coop Alleanza3.0: “Noi vogliamo stare vicino alle attività del territorio, con un impegno sociale e culturale. “prestiamo libri, sono oltre mille quelli in giro per il territorio. Raccogliamo materiale per le associazioni che seguono bambini in difficoltà e siamo vicini a Libera e alle associazioni che lottano contro la violenza sulle donne, con raccolte alimentari per On the Road. Per finire, laboratori nelle scuole contro lo spreco”.

Volponi è, ormai da qualche anno, Porto San Giorgio: “Impossibile non finanziare questo premio, che parla di impegno civile, rientra in questo quadro il coinvolgimento di Amandola, e cultura”. Un premio che si vuole destagionalizzare con le scuole, quest’anno in Giuria ci sono anche docenti dell’Isc Nardi, e iniziative nei comuni.

I partner istituzionali

Amandola c’è. “Il primo dicembre, il giorno prima del finale, ospiteremo una performance teatrale. Grazie per averci coinvolto” sottolinea Chiara Scirè.

Montegranaro è un punto fermo: “Un onore essere protagonisti da anni. Conosciamo il valore di questa iniziativa, frutto di un grande sforzo. A Montegranaro sarà protagonista il giornalista Tommaso Di Francesco con la sua nuova raccolta di poesie” spiega la consigliera Laura Latini.

Pedaso ha ospitato lo spettacolo di apertura e giovedì 23 bissa alla Bimp con l’incontro sulla ‘Lingua della foresta’ dedicato all’Amazzonia: “Importante essere protagonisti della rete culturale e di impegno” ribadisce il vicesindaco Carlo Bruti.

Altidona è uno dei communi più protagonisti, anche grazie alla sua fototeca guidata da Pacifico. Undici le edizioni in cui è stata protagonista la fototeca del premio. “Le fotografie di Marrozzini sono state fatte in prima linea, con una narrazione a immagini dell’Amazzonia. Due sezioni: una dedicata ai bambini di strada del Paraguay, l’altra più positiva dedicata all’Africa”.

Monte Vidon Corrado è il Centro Studi Osvaldo Licini che ospita la mostra sulle incisioni fino a gennaio. “Ci teniamo a questa collaborazione che mette in mostra in luce il rapporto tra Volponi e l’arte, ancora di più con Licini, pittore dell’impegno civile.

Fermo si muove con le scuole, dal Montani all’Itet. “L’impegno civile è fondamentale. la presenza del comune capoluogo è un punto fermo di una rete che si amplia. C’è bisogno di approfondimento, si puntare sul cervello e non sulla pancia” conclude il vicesindaco Francesco Trasatti.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.