11242017Ven
Last updateVen, 24 Nov 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Settimana della costituzione, nel Fermano si riflette sul diverso e l'accoglienza

moira peppino

“Ogni anno puntiamo su un passo della Carta costituzionale che si intreccia con le problematiche globali. Leggiamo una tematica che non è di attualità, ma universale del genere umano che è legato al movimento”.

FERMO – Meno risorse, ma stessi stimoli: il Tavolo della Legalità non si ferma e prepara le sedie per accogliere gli ospiti in occasione della nona Settimana della Costituzione. Che sono principalmente i ragazzi, quelli che la legalità la garantiranno nel futuro. “Il calendario di appuntamenti è molto ricco, con figure importanti che parleranno di immigrazione. Tema chiave perché racchiude la libertà di movimento, la garanzia dei diritti e contrasta chi ha paura del diverso e finisce per avversarlo” sottolinea la presidente della Provincia, Moira Canigola, che del tavolo è la referente politica.

Le scuole sono la base per riuscire a cambiare l’approccio. Mancini, Buondonno e Borraccini sono i tre volti di un programma intenso che il 30 novembre si incrocerà anche con il premio Volponi. “Ogni anno puntiamo su un passo della Carta costituzionale che si intreccia con le problematiche globali. Leggiamo una tematica che non è di attualità, ma universale del genere umano che è legato al movimento”.

Il libro di calzolaio che presenteremmo studia proprio l’origine del movimento che è un diritto e non una concessione. Mentre la lettura del fenomeno sta cambiando. Due le iniziative da non perdere: “La prima a teatro con lo Sprar di Porto San Giorgio, che unisce spettacolo e dibattito, con Simoncelli, Costa e Calzolari sul tema ‘C’è di mezzo il mare’. Sta crescendo la proposta di lavoro per le scuole con tre laboratori didattici interni. Questo a riprova del nostro impegno che vuole essere l’avvio di un processo di formazione per i più giovani” ribadisce Buondonno che ringrazia la Canigola per l’attenzione alla cultura della democrazia.

Marco Milozzi rappresenta lo Sprar: “Questa mattina ci è arrivato un ‘grazie’ da un ragazzo che è uscito dal programma trovando una casa e un lavoro. Noi lavoriamo non solo per far avere un documento di riconoscimento e dignità, ma con una riconoscibilità di loro stessi nel territorio”.

Il programma.

Si parla, da ieri al 30 novembre, di Siria, di terrorismo, di sicurezza, di geopolitica e di immigrazione, estera e interna: “Capiamo che il nostro percorso è giusto perché gli studenti continuano a essere protagonisti anche una volta finite le scuole con studi e tesi. Tante le associazioni che ci supportano in primis l’Università della Pace”. Costituzionalisti e scrittori si alterneranno, mentre domani protagonista sarà Maurizio Simoncelli, docente universitario e vicepresidente e cofondatore dell'Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo (Iriad).

“Abbiamo voluto aprire la settimana della costituzione alle medie, proprio per coinvolgere anche altre zone del territorio, extra fermo saremo a Monte San Pietrangeli, Rapagnano, Grottazzolina. Un percorso pensato perché i valori non dobbiamo mai limitarli”. Borraccini ringrazia l’Itet, che fa da tesoriere del Tavolo di Legalità, e l’ufficio della Provincia, con laura Lupi che coordina la macchina amministrativa. “E non ci fermiamo qui, per gennaio in occasione del 70esimo della costituzione organizzeremo altre iniziative. Cercando di avere un coinvolgimento sempre più i comuni.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.