09242017Dom
Last updateLun, 25 Set 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Piccolo ma con una visione del futuro: promuovere la bellezza. Montefalcone punta sull'assonometria di Beverati

mfalconeassonometria

Un lavoro impegnativo quello di Beverati che parte dal fare le foto di ogni angolo del paese prima di mettersi a lavorare su pianta.

MONTEFALCONE APPENNINO – Un piccolo comune, qualche centinaia di abitanti, ma una visione di futuro. Che passa per la bellezza del proprio paese e per l’arte. È questo il motivo che ha spinto l’Amministrazione guidata da Adamo Rossi a contattare Giacomo Beverati, l’architetto che per passione, e lavoro, realizza assonometrie, ovvero riproduzioni a china di immagini storiche, scorci, o dell’intero territorio comunale, realizzate come se le guardassimo con i nostri occhi.

Lo ha fatto già a Fermo, dove ancora non è stato presentato e completato il lavoro, Petritoli, Falerone e Montecosaro. “Da anni – spiega l’architetto, che è anche assessore alla Cultura di Montegranaro - mi dedico alla realizzazione di disegni a mano con inchiostro di china in bianco e nero, su carta lucida raffiguranti monumenti e architetture. Le tecniche di riproduzione grafica da me utilizzate sono la prospettiva, l'assonometria, gli spaccati prospettici e assonometrici, le viste prospettiche; la redazione di tali disegni risulta essere ormai rarissima nel panorama italiano ed europeo, inserendo la mia professionalità tra le “culture artistiche di nicchia”.

Di nicchia, ma dal grande potenziale. Come ha capito Monteleone di Fermo che presenterà il lavoro oggi alle 19 durante il consueto aperitivo al giardino che riempie l’estate del paese. Il disegno in realtà è già arrivato in alcune case, visto che il comune ha realizzato delle piccole riproduzioni per fare gli auguri di natale. La grande riproduzione sarà affissa nella piazza antistante il Museo dei fossili e dei minerali.

Un lavoro impegnativo quello di Beverati che parte dal fare le foto di ogni angolo del paese prima di mettersi a lavorare su pianta. Prima la matita, poi si arriva alla china. Cinque mesi il tempo necessario, un paio quelli di lavoro intenso. “La mia speranza – commenta Beverati – è che il disegno non resti in un cassetto, ma sia ‘una eccellenza che promuove una eccellenza’. Insomma, che sia un mezzo di marketing territoriale”.

Montefalcone è riuscita a trovare risorse importanti per un piccolo Comune per assegnare il compito all’architetto. Merito del Gal, che è molto vicino alle amministrazioni nella promozione del territorio. Un esempio per tanti altri paesi che potrebbero trovare nell’assonometria del proprio paese un veicolo promozionale. La realizzi, la stampi in mille copie, la vendi nei mercatini o in occasione delle feste comunali, incassi e reinvesti. Basterebbe una visione, basterebbe un esempio. Quello che potrebbe dare Fermo quando deciderà di presentare il lavoro, puntando a farne un veicolo dell’immagine dei musei, della piazza e del Girfalco.

Raffaele VItali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.