07222017Sab
Last updateVen, 21 Lug 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

"Come dire di no a un luogo così bello? "Il super cartellone di Villa Vitali tra Chiara, Gabbani e Celestini

trasatti santini

"A invogliare Chiara a venire a Fermo è stato Mauro Pagani che a Villa Vitali era stato l'anno scorso con la PFM. È iniziato il passaparola di questa meraviglia”.

di Raffaele Vitali

FERMO – Un calendario estivo spettacolare. Cinque show, cinque appuntamenti da non perdere, fosse anche per la cornice unica offerta dal parco di Villa Vitali. Gilberto Santini, direttore Amat, e Francesco Trasatti hanno fatto centro. L’attenzione mediatica è arrivata qualche giorno fa con la ‘bomba’ Gabbani e la sua tappa zero con tanto di settimana passata a Fermo. Nel giro di pochi giorni sono stati venduti in anteprima 700 biglietti.

Sono 1400 i posti sotto le stelle ed è facile immaginare che le cinque serate saranno sold out. Dopo Gabbani si entra nel caldo luglio dello spettacolo. Il primo de mese è il giorno di Chiara che porta in scena ‘Nessun posto è casa mia’. “Nel suo staff – raccontano gli organizzatori - anche due fermani: Lucio Fasino, musicista, e Stefano Coppelli della Make It che produce lo spettacolo. A invogliare Chiara a venire a Fermo è stato Mauro Pagani che a Villa Vitali era stato l'anno scorso con la PFM. È iniziato il passaparola di questa meraviglia”

A seguire, il 12 luglio, spazio alla riflessione con Ascanio Celestini e il suo nuovo show ‘Che fine hanno fatto gli indiani pueblo?’. “Ci aspettiamo non solo di confermare ma di superare il successo dell'anno scorso. Questo perché è un cartellone che dà spazio a generi diversi per accontentare gusti vari. Avremo due residenza, Gabbani e Chiara, cabaret, musica d'autore” sottolinea l’assessore alla Cultura Francesco Trasatti che pregusta il successo, ripensando ai 4800 biglietti staccati un anno fa.

È bella Villa Vitali e così Santini non ha faticato troppo a organizzare il super cartellone, “Gabbani non appena la sua produzione ha visto la foto di Villa Vitali ha detto sì”, che prosegue poi con il concerto dedicato a Lucio Battisti dal titolo ‘Pensieri e parole’. Un cast incredibile quello che si esibirà capitanato da Peppe Servillo con al fianco alcuni dei migliori musicisti italiani: Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Rita Marcotulli e Mattia Barbieri.

“L'anno scorso era l'anno zero della rassegna, ora parliamo di un vero e proprio Festival con due residenze, quindi luogo in cui vengono elaborati contenuti. Con le residenze, al seguito degli artisti che saranno in città per una settimana ci saranno anche staff di decine di persone che vivranno la città (alberghi, ristoranti ecc)” ribadisce Santini.

L’ultimo spettacolo, il 28 luglio, copre l’ultimo tassello mancante: il comico. Maurizio Battista, poliedrico attore, ha scelto VillaInVita per ‘Che sarà? Bo!’ in cui analizza la vita quotidiana con disinvoltura. ““Siamo riusciti a ricreare occasione di qualità dopo 20 anni in questa arena e nonostante sisma e inagibilità della struttura interna della villa, utilizzeremo le pertinenze come camerini e biglietteria”: due angoli magici fatti di vetrate colorate che diventeranno le porte di accesso all’arena che il Comune ripulirà di nuovo. “La struttura sta bene, anche il palco ha bisogno di pochi ritocchi. Il legno sarà come nuovo dopo il trattamento” concludono Santini e Trasatti, ma i così soddisfatti.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.