04302017Dom
Last updateSab, 29 Apr 2017 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Oslo incorona Di Ruscio, il poeta di Fermo degli operai: nasce il parco della cultura a lui dedicato

luigidiruscio

Attraverso la poesia di Di Ruscio, Oslo e Fermo son sempre più vicine. E questo significherà anche turismo.

di Raffaele Vitali

FERMO – “Tra la vita e la porta avviene solo l’imprevedibile con due sottoscritti, uno che fa i sogni e l’altro che li guarda stupito e compare perfino un terzo ignoto che cerca di darsi una inutile spiegazione del tutto”. Una delle poesie dell’iddio ridente vivrà nel parco della Cultura di Oslo dedicato a Luigi Di Ruscio. Il sindaco Paolo Calcinaro a Roma si è incontrato con l’ambasciatore italiano in Norvegia che gli ha presentato il progetto dedicato all’illustre poeta nato a Fermo e morto a Oslo. UN poeta amato dalle grandi case editrici, da Feltrinelli a Mondadori, su cui tanto si è scritto.

Di Ruscio, poeta degli operai, l’uomo che per quarant’anni ha lavorato in una fabbrica metallurgica in Norvegia e nel paese scandinavo ha trovato prima l’amore e poi la sua immortale sepoltura nel 1911, è nato a Fermo. “Le sue poesie di miseria e fame, di avvilimento e di rivolta, nascono da una esperienza diretta e ne sono la trascrizione. I suoi versi sono un documento umano delle aree depresse” scriveva nella sua critica Franco Fortini.

Attraverso la poesia di Di Ruscio, Oslo e Fermo son sempre più vicine. E questo significherà anche turismo. Perché il ‘Parco della cultura’ di Oslo, che verrà inaugurato nel febbraio del 2018, sarà lo spunto per tanti norvegesi per prendere un aereo e arrivare nelle Marche per conoscere il luogo dove la poesia del poeta è nata prima di svilupparsi nella fredda, ma per lui calda tra i forni dell’industria, Norvegia (foto perigeion).

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, invasione di gioia in sala stampa

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.