02272017Lun
Last updateLun, 27 Feb 2017 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Torre di Palme bella e ricca anche sotto terra: scoperti due corpi del sesto secolo con gioielli piceni

anellone

Secondo l'antropologo Giacomo Recchioni sono gli ornamenti tipici della figura femminile arcaica palmense.

FERMO - “Torre di Palme ora può vantare oltre che una straordinaria bellezza che la natura e l’architettura le conferiscono, anche una ricchezza archeologica sotterranea che attribuiscono al borgo fascino e mistero allo stesso tempo”. Francesco Trasatti, vicesindaco di Fermo, presenta così le ultime scoperte. Mentre realizzavano tubature per il metano, gli operai si sono ritrovati tra le mani i corpi di due donne vissute nel VI sec avanti Cristo. Oltre alle ossa, c’erano ambra, gioielli e due famigerati anelloni Piceni, oramai "tipici", resi famosi proprio dalla mostra che ha riempito Fermo per mesi.

Secondo l'antropologo Giacomo Recchioni sono gli ornamenti tipici della figura femminile arcaica palmense. E Torre di Palme negli anni ha fatto uscire allo scoperto monili e armi fin dal XVIII secolo. Poi gli scavi sono proseguiti nei primi del ‘900 dall'allora sovrintendente Dall'Osso, mentre altri furono eseguiti nel dopoguerra da noti archeologi, prima da Delia Lollini e poi da Gabriele Baldelli.

Le nuove scoperte le ha rese note Giacomo Recchioni, antropologo, laureatosi a Bologna con tesi su "Palma: tra storia e antropologia" e che da anni collabora con Regione, Provincia e Comuni sulla diffusione e ricerca della cultura marinara dei Piceni.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Assoluzione, Loira vs Agostini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.