Giovani e futuro: il progetto Generyaction si chiude con un convegno

GIOVANIFUTURO

Lunedì 14 ottobre, a partire dalle ore 9.30 nella Sala Consiglio della Provincia, sul tema “Restart: il futuro e i giovani. Strumenti e opportunità per il lavoro”.

FERMO - Con un appuntamento dedicato a giovani e futuro, giunge a conclusione il lungo percorso legato al progetto GenerYAction, ideato dalla Provincia di Fermo e attivato nella primavera del 2018 nei Comuni del cratere.
Lunedì 14 ottobre, a partire dalle ore 9.30 nella Sala Consiglio della Provincia, sul tema “Restart: il futuro e i giovani. Strumenti e opportunità per il lavoro” si confronteranno rappresentati istituzionali e professionisti del settore. Oltre alla Presidente Moira Canigola, interverranno Sauro Longhi, Rettore dell'Università Politecnica delle Marche, Maurizio Mangialardi, Presidente dell'Anci Marche, e Alessandro Ranieri, Coordinatore dell'Ambito Territoriale Sociale XIX. Modererà l'incontro il giornalista Raffaele Vitali.
“In questo anno e mezzo di attività - commenta la Presidente Canigola - ci siamo impegnati al massimo per dare ai Comuni duramente colpiti dal terremoto strumenti di grande rilevanza per affrontare al meglio le complessità di questa fase storica, alla quale purtroppo si lega il grande tema della ricostruzione. Attivando sportelli informativi rivolti alle giovani generazioni, incontrando imprenditori, organizzando seminari e workshop tematici, stimolando gli istituti scolastici, siamo riusciti ad offrire un'ampia gamma di opzioni e stimoli sui settori più disparati e che caratterizzano il tessuto economico dell'entroterra. Nel ringraziare chi ha collaborato con noi per la riuscita del progetto, auspico che a livello nazionale possano essere create le condizioni per dare ulteriore continuità a quanto fatto finora”.
In occasione dell'incontro, verranno anche ufficializzati alcuni passaggi in merito alla gestione dell'app GenerYAction, sviluppata dalla Politecnica e i cui contenuti riguardanti possibilità formative ed occupazionali sono stati curati da uno staff predisposto dalla stessa Provincia.