09222019Dom
Last updateDom, 22 Set 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Premio Volponi, vince Mencarelli. Baldassarri: 'Immigrazione, accoglienza, cultura: stimoliamo il pensiero'

abrami15

È stata una finale veloce, resa melodiosa dalla delicata voce di Serena Abrami, affiancata da Alessandra Fallucchi che ha letto dei brani dedicati al mondo femminile di Paolo Volponi.

PORTO SAN GIORGIO - Il senso del premio Volponi è riassunto da Elisabetta Baldassarri, assessore alla Cultura di Porto San Giorgio, città che crede e investe nell’impegno civile: “Con questa edizione del Premio siamo riusciti a contrastare anche la deriva culturale che c'è in questo Paese – ha aggiunto l'assessore Baldassarri -. Chi evita di utilizzare e strumentalizzare il fenomeno dell'immigrazione, facendo invece una corretta narrazione, è sicuramente da apprezzare e credo che l'unica soluzione sia la conoscenza, che favorisce la costruzione di un pensiero critico capace di scuotere le coscienze”.

Parole che arrivano mentre dall’urna escono le schede con il voto dei giurati: il vincitore, alla fine, è “La casa degli sguardi” (Mondadori) di Daniele Mencarelli. Lo scrittore intimista ha superato in questa XVesima edizione Rossella Milone con “Cattiva” (Einaudi) e Andrea Gentile, autore de “I vivi e i morti” (minimum fax).

È stata una finale veloce, resa melodiosa dalla delicata voce di Serena Abrami, affiancata da Alessandra Fallucchi che ha letto dei brani dedicati al mondo femminile di Paolo Volponi. “A noi piace una cultura che non parla a se stessa ma che riesce a dialogare e a formare le generazioni future. Importante anche il Premio a Mediterranea, per una manifestazione che vive i nostri giorni e che fa dell'impegno civile la sua anima più profonda” sottolinea il sindaco Nicola Loira seguendo le parole della sua assessora.

La scelta di Mediterranea è stata considerata da più parti molto politica, ma tra le parole di Marco Tullio Giordana (LEGGI) e quelle di Peppino Buondonno, “importante aver dato il Premio Cultura e Impresa a Mediterranea, che rappresenta la volontà di una parte consistente di questo Paese di non piegare la testa davanti alla disumanità” danno il senso di un impegno civile ragionato e realizzato.

Alessandro Metz, armatore sociale del progetto Mediterranea Saving Humans, è saluto sul palco tra gli applausi: “Possiamo rimanere indifferenti oppure no. E noi abbiamo deciso di non rimanere inermi e indifferenti, per questo abbiamo comprato una nave, la prima battente bandiera italiana, per essere la dove la contraddizione maggiormente si esprime, in quel Mediterraneo che oggi è la frontiera più pericolosa al mondo. Questo è difficile farlo sempre, oggi ancora di più, ma non si può farne a meno perché ci si salva salvando”. Azioni concrete ai tempi dei sociale dove “la comunicazione tende ad una semplificazione assoluta, allo slogan. E anche la politica è diventata questo. Però ci sono gli artisti che fanno il contrario, cioè danno conto della complessità” conclude Giordana a cui è stata anche consegnata una foto di Dondero, scattata da Andrea Del Zozzo della Fototeca provinciale di Fermo e incorniciata da un'ex allieva del Liceo Artistico “Preziotti-Licini”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.