07222019Lun
Last updateLun, 22 Lug 2019 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Primo miracolo del Salvanello: il folletto creato da Trasatti 'restaura' una tomba picena a Salvano

salvanello5

Nella nuova area residenziale del quartiere alla base di Fermo, domina una scultura lignea che rappresenta questo personaggio, che è una figura immaginaria con una base reale tra le storie del territorio.

FERMO – Un folletto ci salverà? Chissà, di certo stimolerà la fantasia dei bambini. E di certo ha stimolato l’amministrazione di Fermo nel recuperare una tomba picena a Salvano. Ecco il Salvanello. Nella nuova area residenziale del quartiere alla base di Fermo, domina una scultura lignea che rappresenta questo personaggio, che è una figura immaginaria con una base reale tra le storie del territorio. “Un libro sarà da oggi nella biblioteca comunale a disposizione di tutti e in libreria per entrare poi nelle case” sottolinea l’assessore alla Cultura Francesco Trasatti.

A scrivere il libro è Gianni Trasatti che approfitta della presentazione per lanciare un ulteriore messaggio al Comune: “Non fermatevi, proseguite con le manifestazioni e valorizzate tutto il territorio di Fermo. Nel mio piccolo – spiega – sto cercando di farlo. Ho cominciato con lo sport, fondando lo Zeta Club e ora con questi studi e con la realizzazione del quartiere Il Tiglio che può essere un fiore all’occhiello per il verde e la sua innovazione”. Parla di policentrismo necessario: “Ci dobbiamo attivare in ogni modo, sviluppando nuove sinergie e dando spazio alla fantasia. Fermo non si può isolare, vinciamo solo se superiamo i confini. Dobbiamo essere un territorio di conquista: di turisti, di attenzione mediatica, di attività”.

Entrando nel libro, il Salvanello è un folletto tra storia e fantasia. Storia, “mi sono basato su ricerche dell’università di Archeologia di Pisa, sulla necropoli romana di Salvano”, e fantasia. La strada più importante nella storia è sempre stata la Pompeiana: “Lungo la via c’erano una serie di tombe come sull’Appia antica. Una storia lunga, che lega la città al porto. Non ci sono prove concrete, ma sono convinto che Pompeo sia stato allevato in questa zona. Pompeo Strabone aveva grandi possedimenti in questa zona. Difficile pensare che sia cresciuto ad Ascoli, che si ribellò quando Pompeo era ancora un giovincello, di certo non è cresciuto a Roma”.

La fantasia è nel Salvanello: “In Italia abbiamo più di 25 folletti, più di uno per Regione. Nel Veneto c’è un folletto che si chiama Salbanello. Per me è una figura vicina ai ragazzi, un compagno di giochi. La preside Corallini l’ha inserita nel percorso delle ultime classi per creare un piccolo concorso premiando disegni e composizioni”. Il folletto è il collegamento tra le sette storie del libro, è un innamorato delle tradizioni, della storia e del paesaggio”.

Piace il Salvanello anche al sindaco. “A tal punto che abbiamo approvato il progetto di riqualificazione del monumento funerario piceno in zona Salvano. La stradina che lo collega con la nuova area verrà riqualificata, asfaltata e illuminata per contestualizzare questo reperto storico che verrà illuminato e illustrato. Un turista che uscirà dal casello troverà la storia anche lungo la strada”.

“Rileggere alcuni passi mi ha riportato indietro nel tempo – sottolinea il consigliere comunale Massimo Tramannoni – ma parto da alcune parole di Trasatti in cui spiega la scelta del Salvanello ammirando alba, tramonto, colline e la bellezza dello spazio che ci sovrasta. Il Salvanello ci insegni a rispettare i luoghi e i territori”. E lo farà in due lingue, italiano e inglese, “proprio per non isolarci” conclude l’autore.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.