Influenza in arrivo: ecco i rimedi ‘naturali’ prima di cedere all’antibiotico. Dal tea tree all’acerola

influenzaerbo

E se proprio dovete abbassare la febbre, il sambuco fa per voi.

 

di Chiara Fermani

FERMO - Quasi duecentomila italiani sono già a letto con i tipici sintomi influenzali, ma il primo vero picco d'influenza, avvisano gli esperti, si avrà già nel mese di novembre. A causa dei capricci del meteo di questi mesi autunnali, molti sono già stati colpiti da infezioni alle vie respiratorie, ma abusare di farmaci, spesso anche antibiotici, fin dai primi sintomi, anche se lievi, non è mai una buona idea. Vediamo quindi come difenderci dai disturbi invernali in modo naturale, efficace e privo di controindicazioni.

Diciamo subito che una buona prevenzione fatta con piante che rafforzano il sistema immunitario come l'Echinacea o l'Acerola sarebbe già una carta vincente per non essere afflitti dai sintomi influenzali o quantomeno ridurne i sintomi. Ma nel caso il virus decidesse di colpirvi, vediamo quali sono gli scudi naturali con i quali possiamo difenderci. Due su tutti sono sicuramente la conosciutissima Propoli e i meno noti Semi di Pompelmo, meglio se utilizzati in combinazione. La propoli, ricca di flavonoidi, sali minerali e vitamine del gruppo B, ha un'ottima azione antibatterica, antivirale e antinfiammatoria, l'estratto dei semi di pompelmo invece, ricco di bioflavonoidi, vitamine A,C, E, selenio e zinco, è un potente antiossidante e battericida, attivo su centinaia di ceppi di batteri, virus e funghi. In sinergia, la loro azione antimicrobica e antivirale è molto potente e non presenta controindicazioni se assunti nelle modalità consigliate dal proprio erborista.

Molti mi chiedono se esistono delle piante ad azione antipiretica, cioè in grado di abbassare la febbre e la risposta è sì. Ad avere questo compito è principalmente il Sambuco, il quale favorisce la sudorazione, permettendo la dispersione di calore corporeo. In infuso o estratto fluido è ottimo per combattere l'influenza e dare sollievo alle vie respiratorie.

E se fosse il raffreddore a non darci tregua? Bè in questo caso via libera a tisane a base di zenzero e oli essenziali ad effetto decongestionante come eucalipto, timo, menta e tea tree, ottimi per vapori aromatici o per creare i vostri unguenti balsamici da spalmare sul petto. Di rimedi come vedete ce ne sono tantissimi, quindi prima di abusare dei farmaci, qualora la situazione non lo richieda, sfruttate quello che la natura vi offre, il vostro corpo ve ne sarà grato.