09192018Mer
Last updateMar, 18 Set 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Scuole, la De Micheli accelera: le nuove entro giugno 2019. Betti e Classico, si guarda all'ex commissariato

canigolaprimopianovarie

“Un altro piccolo tassello quello conseguito oggi – commenta la Presidente Moira Canigola - che ci permetterà di trovare le soluzioni più adeguate per consentire a tutta la popolazione studentesca di poter ritornare a scuola a settembre in edifici sicuri”.

FERMO - “Il commissario ha manifestato larga disponibilità a trovare altre soluzioni per offrire nell’immediato un’alternativa e permettere una ripresa dell’anno scolastico attraverso la messa a disposizione di risorse finanziarie per affitti o per la sistemazione di strutture idonee ad ospitare gli alunni”. È questo il passaggio più importante al termine dell’incontro tra la presidente della Provincia, Moira Canigola, il sindaco Paolo Calcinaro, accompagnati dal consigliere regionale Francesco Giacinti, e il commissario alla ricostruzione Paola De Micheli.

Per Fermo è il passaggio più atteso, perché i milioni di euro per le scuole da ricostruire sono ormai storia e non più notizia, che tornerà tale quando si apriranno i cantieri. Il fatto che arrivino risorse per degli affitti permette di guardare all’edificio lasciato libero dalla Polizia in zona Santa Caterina, apre le porte alla possibile richiesta di riadattare spazi provinciali o regionali, oltre che del Comune, in zona Fermo, e permette di pensare interventi immediati. “Non illudiamoci, se sarà pronto saremo contenti” sottolinea Calcinaro.

Di più magari si saprà domani quando al tavolo si risiederanno Comune e Provincia, finiti ai due lati per la storia della Betti, che dovrebbe lasciare le aule occupate all’interno dell’edificio provinciale per lasciare spazio, se necessario, agli alunni del Classico. “Ma questo non accadrà, se non ci sono soluzioni valide alternative” precisa il sindaco. Il ‘se necessario’ è legato al fatto che si spera che i lavori sui tetti, finanziati con 4milioni di euro dal Miur grazie all’azione della presidente Canigola, finiscano prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. O magari finiscano quelli sul palazzo Sacconi.

“Un altro piccolo tassello quello conseguito oggi – commenta la Presidente Moira Canigola - che ci permetterà di trovare le soluzioni più adeguate per consentire a tutta la popolazione studentesca di poter ritornare a scuola a settembre in edifici sicuri”. Tempi stretti, ma una certezza c’è: il Fermano avrà scuole nuove e anche il progetto del comune di Fermo per le Medie da posizionare vicino all’Ipsia verrà sbloccato: inizio lavori tra settembre e ottobre per finirle entro giugno 2019. “Sbloccati gli scavi archeologici e il progetto definitivo è pronto. Se comincia il cantiere, i tempi sono stringenti e quindi è anche possibile che la nuova scuola possa essere realizzata in sei mesi” ribadisce Calcinaro che come la Canigola è rimasto colpito dall’operatività del commissario: Ha subito chiamato i tecnici per capire esattamente la situazione dei nostri progetti. Poi però ci sono i tempi delle normative” conclude la Canigola.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.