04192019Ven
Last updateVen, 19 Apr 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Nuovo ospedale, trovati scheletri sotto terra. La Provincia autorizza la rotatoria sulla Mezzina in cambio di asfalti

ospedaleslide

Una necropoli povera quella trovata durante gli scavi seguiti alla bonifica bellica e ai rilievi archeologici. Questo fa sperare che a breve possa partire il vero cantiere a Campiglione.

FERMO – C’è vita all’interno del cantiere del nuovo ospedale di Fermo di Campiglione. Vita nel senso di mezzi in azione e persone che lavorano. Perché poi, in realtà, da sotto terra sono usciti scheletri. Per fortuna, dal punto di vista del progetto, sono tutti corpi privi di orpelli, gioielli, vasi e anfore, ovvero tutto quello che normalmente costringe poi a uno stallo i lavori. Una necropoli povera quella trovata durante gli scavi seguiti alla bonifica bellica e ai rilievi archeologici. Questo fa sperare che a breve possa partire il vero cantiere che darà il via alla costruzione dell’edificio affidata alla ditta trevigiana Carron, che nell’ultimo periodo più volte ha inviato i propri responsabili a Fermo proprio per verificare i passaggi propedeutici ai lavori.

Passaggi che hanno interessato anche Regione e Provincia. Da Ancona è infatti arrivata la richiesta di autorizzazione per costruire una rotatoria lungo la Mezzina nell’incrocio che porta a Campiglione, poco prima di quello per Torre San Patrizio. Dall’ente guidato da Moira Canigola è arrivato l’ok, ma con delle importanti prescrizioni. Due le richieste, che la Regione sta valutando: la prima è una imponente azione di asfaltatura della Mezzina, che presenta molti punti rovinati su cui la Provincia non ha le risorse necessarie per intervenire. La seconda, invece, riguarda proprio la rotonda richiesta. Al momento prevede tre bracci, ovvero la possibilità di andare dritto e di girare verso l’ospedale.

La Provincia ha chiesto di inserire il quarto braccio diretto verso Torre San Patrizio, a meno che non si possa agire sull’incrocio successivo creando uno svincolo che porti sempre alla cittadina calzaturiera. Se non ci saranno intoppi, il progetto definitivo avrà l’ok e nel mentre, recuperati gli scheletri trovati, partirà il cantiere all’interno dell’area del nuovo ospedale, la cui costruzione è prevista entro il 2020.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.