09212018Ven
Last updateGio, 20 Set 2018 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Fermo, in arrivo 290 appartamenti a San Michele Terra. "La variante andava studiata meglio"

consfermoprovincia

Pasquale Zacheo e Margherita Bonanni: “Tutte questioni molto complesse e delicate, che incidono direttamente sulla vita e sulla pelle dei cittadini".

.

FERMO – Non sarà un Consiglio semplice quello d venerdì sera a Fermo. Perché l’opposizione promette battaglia su più di un punto. E considerando che all’ordine del giorno ce ne sono ben 16, si preannuncia una lunga assise. Partono già da qui le critiche di ‘Io scelgo Fermo’ il gruppo che in consiglio comunale conta su Pasquale Zacheo e Margherita Bonanni: “Tutte questioni molto complesse e delicate, che incidono direttamente sulla vita e sulla pelle dei cittadini. E la presidente inizia alle 18. Tutte questioni, quelle all’ordine del giorno, che questa maggioranza non vuole far sapere alla gente, così le mettono tutte insieme in un enorme minestrone di argomenti da discutere solo nella notte, lontano dalla gente, lontano da tutti. Alla faccia della trasparenza, della democrazia e della partecipazione popolare”.

Un tema chiave è quello di San Michele Terra su cui, da settimane, interviene il Partito Democratico: “Con il piano modificato verranno realizzati 290 appartamenti, edifici a ridosso di una fascia costiera e sulla collina che si affacceranno sul mare con la sua tradizionale attività turistica, l'impatto nel quartiere sarà importante. Vorremo infine anche capire se poi si sarà in grado di gestire negli anni l'arredo urbano e le zone adibite a verde  che dovranno per forza essere il punto di partenza di un piano ben fatto” sottolinea il capogruppo Dem Pierluigi Malvatani, che chiede attenzione all’Amministrazione, visto che il rischio ricorsi è alto.

Tornando a Zacheo, su San Michele Terra, le critiche diventano feroci: “Una variante pensata senza una visione organica della città che verrà, senza alcuna considerazione sulle nuove esigenze connesse alla necessità di impedire l’inesorabile desertificazione del centro storico, ormai divenuto solo sede di feste e e sagre, senza alcuna valutazione sull’enorme numero di abitazioni disabitate, senza alcuna considerazione sull’occasione di rivedere nel suo complesso l’assetto urbanistico e abitativo, senza stabilire o in qualche modo intravedere una specifica vocazione del territorio comunale nei suoi singoli ambiti”.

Di tutto questo si parlerà, dopo che il bilancio avrà preso le prime ore di consilio comunale con la discussione di Imu, Tari e nuove tasse, da quella di soggiorno a un aumento dei costi dei parcheggi: “Un atteggiamento, quello di questa maggioranza, che trasuda ancora una volta arroganza e scarso rispetto per la città” conclude Io scelgo Fermo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.