06202018Mer
Last updateMar, 19 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Intervista. Mochi, 5 Stelle: "In molti saliranno sul nostro carro, ma da noi poi si lavora"

mov5stelle dimaio

Una preoccupazione è che il Fermano non ha onorevoli, i pentastellati saranno presenti? “I nostri candidati conoscono bene il quadro. Loro sanno che noi sul territorio abbiamo lavorato per dargli i voti necessari per essere eletti".

FERMO – Il consigliere comunale Marco Mochi è uno dei volti di punta del Movimento 5 Stelle a Fermo. Partiamo dal 37% raccolto nel capoluogo?

“Partivamo alti, alle Regionali avevamo preso il 31%. Alle Comunali abbiamo perso contro il civismo, non contro i partiti”.

E come avete fatto a crescere?

“Il 6% è nell’essere stati presenti nei comuni dove abbiamo fatto opposizione. Presenti e unici nel farla su determinati temi. Conta questo, aver portato contenuti e un’attività costante di controllo e reale opposizione. Cosa che non possono dire altri partiti d’opposizione”.

Stupito per la bocciatura dell’onorevole Petrini?

“Non mi aspettavo in questi termini”.

E il centrodestra?

“Ha pagato le faide interne del centrodestra, vedi Rapagnano”.

Tornando a Fermo, guardando i dati, avete avuto un ruolo chiave nell’elezione per Fede ed Emiliozzi visto che ad Ascoli e Civitanova ha vinto il centrodestra?

“Abbiamo tirato la volata sia al Senato sia alla Camera per l’uninominale. Abbiamo lavorato e abbiamo pesato tanto”.

Una preoccupazione è che il Fermano non ha onorevoli, i pentastellati saranno presenti?

“I nostri candidati conoscono bene il quadro. Loro sanno che noi sul territorio abbiamo lavorato per dargli i voti necessari per essere eletti. E sia Fede che Emiliozzi mi hanno dato garanzie che saranno anche le nostre voci”.

Non teme che ora tutti vogliano diventare grillini?

“Magari, mi verrebbe da dire. Nel momento in cui cominci a frequentare le riunioni a capire che anche dal punto di vista personale comporta un impegno, ci vuole convinzione. Esempio, ci siamo divisi i capitoli e stiamo studiando tutto il bilancio. Questo per dire che tutti possono salire sul carro, poi bisogna lavorare”.

Ora elezioni a Porto Sant’Elpidio, come vi muoverete?

“Noi siamo una squadra, settimanalmente facciamo una riunione provinciale. E lo facciamo da sempre, non per le elezioni. Lo facciamo affrontando ogni volta un tema, penso al piano antenne che è partito da Porto Sant’Elpidio e poi si è sviluppato in tutti i comuni. Considerando quanto è petriniano il sindaco Franchellucci, siamo certi che ora si apriranno molti punti deboli nella sua coalizione. Una partita che ci giochiamo, come faremo a Montegiorgio”.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.