11202017Lun
Last updateMar, 21 Nov 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'affondo di Tulli su Calcinaro: "Altro che Fermo più viva, siamo alle sagre paesane. E poi l'Asite..."

casinadelelrose

Per Tulli si è fermi alla goliardia di piazza, che impegna risorse, ma che non porta persone. “In centro si trova anche la Casina delle Rose che il comune vuole vendere. Peer farlo si abbassa il prezzo stimato dall’Agenzia del Territorio e lo si vende a rate".

FERMO – Il consigliere comunale Tulli legge, dai banchi dell’opposizione, il giro di boa dell’amministrazione Calcinaro. E no poteva che paritre dal centro storico, fin dall’inizio il cavallo di battaglia del sindaco. “Si è parlato di risveglio, dopo che piacevoli feste simil paesane hanno portato gente in piazza. Questo è risveglio? Non si intravedono interventi strutturali che possano garantire un’effettiva crescita del capoluogo come testimoniato dalle chiusure di varie attività nel centro storico”.

Per Tulli si è fermi alla goliardia di piazza, che impegna risorse, ma che non porta persone. “In centro si trova anche la Casina delle Rose che il comune vuole vendere. Peer farlo si abbassa il prezzo stimato dall’Agenzia del Territorio e lo si vende a rate; non si adotta lo stesso criterio quando si contratta per acquistare le proprietà altrui. Infatti nel contratto stipulato per l’area Cops non è previsto lo scorporo delle spese effettuate per la riqualificazione”.

L’altro punto chiave per il consigliere di Fermo Libera è l’Asite: “Alle nsotre domande ha sempre risposto la maggioranza con il silenzio. Come è possibile che a seguito di una richiesta di risarcimento milionaria da parte della Procura della Corte dei Conti, il Presidente del CdA si dimetta rimanendo comunque membro dello stesso CdA? E poi il biodigestore. Andrebbe sospeso il bando pubblicato per la realizzazione da 13 milioni di euro, importo triplicato come spesa rispetto alle indagini di mercato ordinate dai precedenti CdA dell'Asite”. Ultimo passaggio sui rifiuti che l’Asite abbanca: “Ma la quantità dei rifiuti abbancati è nei limiti di quella autorizzata a suo tempo dalla provincia poiché non vorremmo trovarci nella spiacevole situazione accaduta lo scorso anno per i rifiuti speciali dove a farne le spese sono state le aziende private locali oltre al Ciip”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.