11212017Mar
Last updateMar, 21 Nov 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

"Di fronte alle difficoltà non ci si dimette, si lotta". La Canigola spegne le scintille accese dai consiglieri

moiracanigolaeleiozni

Un attacco duro e per certi versi inaspettato, soprattutto per la presidente Moira Canigola che è da mesi una delle figure più battagliere a livello regionale assieme al collega che guida l’ente pesarese.

FERMO - La barca della Provincia di Fermo è una sola e pure priva di motore. Ma se si decide anche di remare fuori tempo diventa complicato andare avanti. E questo sta accadendo sotto il girfalco. “Il Governo nel corso di questi anni ha tagliato pesantemente le risorse agli enti locali come Comuni, Province e Regioni senza però riuscire a contenere il debito pubblico. Anche i comuni del Fermano sono fortemente in difficoltà per cui non sono più tollerabili appelli al vuoto. I consiglieri provinciali del Pd, insieme alla Presidente Canigola dovrebbero, insieme ai colleghi delle altre province delle Marche, andare dal loro Premier Gentiloni con le dimissioni firmate sul tavolo per dimostrare che il territorio vale di più della tessera di partito”. L’affondo è di due consiglieri provinciali ‘di minoranza’, Giorgio Famiglini e Alan Petrini. Un attacco duro e per certi versi inaspettato, soprattutto per la presidente Moira Canigola che è da mesi una delle figure più battagliere a livello regionale assieme al collega che guida l’ente pesarese. E così, non può stupire la risposta: “Abbandonare e quindi pensare di dimettersi alle prime difficoltà non serve a niente e a nessuno e meno che mai all’istituzione Provincia ed al nostro territorio. Credo invece che occorra lavorare in un gioco di squadra è l’unica modalità che si dimostra vincente ed è quello che in Provincia stiamo realizzando”.

Rivendica quindi quanto fatto prima dal predecessore Aronne Perugini, contestato invece da Petrini e Famiglini: “Sicuramente il bilancio è anche frutto delle scelte sbagliate della precedente gestione dove non si è vista una seria progettazione e non è stato salvaguardato l'interesse del nostro territorio”. Ma siccome è un sindaco, la Canigola è abituata a guardare avanti. E sottolinea “il lavoro di questi ultimi giorni, iniziato con la proposizione e poi approvazione in Consiglio Provinciale dell’esposto cautelativo inviato alla Corte dei Conti ed alla Procura, in unione con tutte le Province d’Italia, e proseguito con momenti di sensibilizzazione del problema anche all’interno del PD, partito di cui faccio parte, ha iniziato a dare i suoi risultati”. Che sarebbero i 100milioni annunciati dal Governo via senatore Verducci per le Province. “Sono cosciente che non è un provvedimento risolutivo della situazione di carenza di risorse finanziarie ma è sicuramente un buon inizio, è un segnale positivo, questo, che arriva dal Governo ai territori provinciali e che speriamo preluda ad un cambio di direzione così come indicato dagli elettori con il voto referendario”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.