08162018Gio
Last updateGio, 16 Ago 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Direzione del Pd sulla terza corsia: P.S.Giorgio vuole la lungo Ete. Ecco perché

direzioneprovincialepd

Rafforzerebbe il casello visto che diventerebbe la bretella di collegamento anche per Pedaso e parte della Valdaso con il nuovo ospedale.

PORTO SAN GIROGIO – Lunga e partecipata direzione provinciale del Partito Democratico di Fermo. Protagonista il sindaco Nicola Loira e l’ampliamento della terza corsia. Il partito ha affrontato la questione che vede i vertici regionali in prima linea. Dal presidente Ceriscioli all’assessore Cesetti: tutti convinti della bontà di una operazione che attualmente è ancora meno che embrionale.

La posizione di partenza ha messo tutti d’accordo: “Non deve essere terza corsia e basta”. Questa premessa, condivisa dal segretario Paolo Nicolai con gli altri membri, ha dato il là alla discussione in cui è emersa una prima volontà di Porto San Giorgio, che è palese sia la città che maggiormente soffrirà dell’ampliamento.

Ma la sofferenza può essere anche uno step per benefici futuri. E cosa serve alla cittadina fermana? in primis una viabilità che on la tagli fuori dalle direttive trasportando il cuore del fermano verso il casello di Porto Sant’Elpidio. Un rischio reale visto che il progetto di partenza della Regione puntava su un rafforzamento della Mezzina e sulla bretella che dal Diamante si congiungerebbe con Campiglione e quindi il nuovo ospedale.

Il rischio del cerino in mano è così emerso in direzione. La richiesta, per ora, di Porto San Giorgio è semplice: potenziamo la lungo Ete. Loira non chiude quindi, ma mette i paletti. Perché l’Ete? Rafforzerebbe il casello visto che diventerebbe la bretella di collegamento anche per Pedaso e parte della Valdaso con il nuovo ospedale. Questo tenendo presente che nei progetti regionali c’è il prolungamento della Mezzina per collegare Macerata ad Ascoli. Da qui la necessità di collegarsi a questa arteria. Senza la lungo Ete, quindi, il rischio isolamento di Porto San Giorgio sarebbe certo. Da qui l’analisi del primo cittadino che non ha chiuso la porta, ma l’ha lasciata con la catenella inserita in attesa di certezze.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.