11252017Sab
Last updateVen, 24 Nov 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Provincia, assegnate le deleghe: Pompozzi e Marinangeli sono gli angeli custodi della Canigola

moiracanigolaeleiozni

L’altra grande novità è l’inclusione nella maggioranza dei due consiglieri di fermo, Gionata Borraccini e Cristian Falzolgher. Questo a dimostrazione che la scelta di Paolo Calcinaro di appoggiare in maniera chiara la Canigola, pur presentando una seconda lista, è stata premiata.

di Raffaele VItali

FERMO – E finalmente arrivano le deleghe. Che non sono un dettaglio, perché sono la rappresentazione del governo di un territorio e di chi ne diventa il riferimento. Anche se la Provincia è un organo monocratico, il potere di firma ce l’ha solo il presidente, ovvero Moira Canigola, il lavoro da fare è tanto e chi lo gestisce ha la sua importanza. Era atteso il nome del vice. Inizialmente si pensava che Adolfo Marinangeli, il politico con la maggior esperienza, potesse ricoprire la casella di vicepresidente. Ma due ragioni hanno spinto la Canigola a preferire Stefano Pompozzi. La prima è che Marinangeli è impegnato giorno e notte ad Amandola nel guidare una difficile ricostruzione e ripartenza dell’area montana; la seconda a è la capacità gestionale e politica che Pompozzi ha dimostrato prima con Perugini e ora con lei. Tra l’altro, dettaglio non indifferente, Pompozzi è uno degli uomini di punta del Partito Democratico. E così, ecco che il consigliere comunale di Servigliano, attuale presidente di Marca Fermana diventa il super assessore della provincia perché alla vicepresidenza abbina deleghe chiave: sostenibilità ambientale e circuiti virtuosi da attivare (si pensi all’Ata), programmazione scolastica provinciale (gestione corsi).

L’altra grande novità è l’inclusione nella maggioranza dei due consiglieri di fermo, Gionata Borraccini e Cristian Falzolgher. Questo a dimostrazione che la scelta di Paolo Calcinaro di appoggiare in maniera chiara la Canigola, pur presentando una seconda lista, è stata premiata. Al primo vanno pianificazione territoriale provinciale di coordinamento (Urbanistica), trasporti (Steat) e tavolo della Legalità in collaborazione con la presidente. Al secondo, invece, Polizia provinciale, Commissione Pari Opportunità in collaborazione con la presidente, vigilanza caccia e pesca, alternanza scuola lavoro.

Tornando alla lista della presidente, ecco le altre deleghe. A Pierluigi Malvatani, capogruppo Pd a Fermo, vanno Bilancio, Stazione Unica Appaltante e innovazione tecnologica. Ad Aronne Perugini le amate strade, su cui tanto si è speso durante la presidenza: viabilità e dissesto idrogeologico. Ad Alessio Terrenzi, sindaco di Sant’Elpidio a Mare: rapporti con gli Enti Locali, Sussidiarietà e assistenza tecnico amministrativa agli Enti Locali, Tavolo dello sviluppo e della competitività in collaborazione con la Canigola. Infine Adolfo Marinangeli, che non sarà vicepresidente, ma ha un super assessorato: rapporti con l’Ente Parco, patrimonio, edilizia scolastica (tema chiave in vista della ricostruzione, ndr), servizi europei, Aree interne, Aree di crisi complessa, Ricostruzione post – terremoto in collaborazione con la presidente.

“Come ho avuto modo di affermare durante il mio discorso di insediamento - conclude la Presidente Moira Canigola -  collaborerò con tutti i Consiglieri Eletti e con i Sindaci con l’obiettivo importante di far crescere in tutto il territorio fermano la qualità della vita” commenta la Canigola che ha tenuto per sé direzione e controllo strategico dell’Ente, gestione del personale e delle relazioni sindacali, affari generali, contenzioso, legale, società partecipate, comunicazione, Urp, progetti speciali strategici per lo sviluppo del territorio, rapporti con lo Stato, Regione, Enti e Associazioni intercomunali. Restano esclusi da ruoli attivi solo i consiglieri Famiglini, Petrini e Palmucci.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.