05222018Mar
Last updateLun, 21 Mag 2018 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Paolo Calcinaro show: il Sole 24 Ore lo incorona. "Quarto sindaco più amato d'Italia"

calcinarostudiosindaco

Nelle Marche solo Ricci, Pesaro, ha fatto meglio, per tre centesimi di punto.

FERMO - Oltre ogni aspettativa. Paolo Calcinaro è il quarto sindaco più amato d’Italia e sol per tre decimi di punto non ha scalzato Matteo Ricci, sindaco di Pesaro, dal podio e dal trono di più amato delle Marche.

Incredibile l’ascesa del primo cittadino di fermo nella classifica Ipr sul gradimento dei sindaci, solo i primi 3 superano il 60% mentre ad essere al di sopra dell'asticella del 50% sono 84 sui 101 in carica, i rimanenti 17 sono sotto il 50.

Nelle grandi aree metropolitane si registrano sorprese e conferme. Al quarto posto Piero Fassino, sindaco di Torino con il 59,7%, insieme al sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro sostenuto da Liste civiche. 

Interessante il risultato del sindaco uscente di Milano, Giuliano Pisapia, protetto dal Rubens di Fermo, che balza in avanti sia rispetto all'indice dello scorso anno che al risultato delle elezioni raggiungendo il 58,3% arrivando al 18mp posto in graduatoria. Leggermente sotto il 50%, invece, il primo cittadino di Bologna Virginio Merola che con il 49,5% si piazza in 88ma posizione. Anche il sindaco di Genova Marco Doria è in calo e con il 48% arriva anche lui all'88mo posto.

Ricci guadagna un punto nella valutazione delle governance poll rispetto al 2015 (60,0% contro 59,0), un pò sotto il giorno dell'elezione (-0,5%). Ricci, scrive il Sole 24 Ore, “è incarnazione di quella nuova leva renziana che fa del rinnovamento e del pragmatismo il proprio marchio distintivo. È molto incisivo sul territorio» e ha guadagnato consensi anche grazie alla «buona comunicativa e alla costante presenza nel dibattito interno al Pd». 

Calcinaro è lì, a un passo, pronto a sl sorpasso nel 2016. Al 23mo posto nella graduatoria nazionale troviamo il sindaco Dem di Macerata Romano Carancini, rieletto per un secondo mandato: guadagna 7,5 punti sul 2015 (è al 57,5%) anche se perde 1,6 punti rispetto al giorno dell'elezione. Guido Castelli di Fi, sindaco di Ascoli Piceno, è 25mo, con il 56,5% (-0,5 rispetto ad un anno fa e -2,4 sul giorno dell'elezione). Chiude la classifica marchigiana il sindaco Pd di Ancona Valeria Mancinelli, che è 52ma, con il 54,0%, un punto percentuale in meno di un anno fa e ben 8,6 in meno rispetto alla data delle elezioni.  (Segue)

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.