10222019Mar
Last updateMar, 22 Ott 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Presidenza del Ciip, Alati non è più solo: in lizza i fermani Pompozzi e Malvatani

Alati

Il rinnovo, per Alati sarebbe il terzo mandato, ci sarà dopo l’estate e il centrosinistra tra Fermo e Ascoli Piceno si sta muovendo sottotraccia.

FERMO - Era il 26 giugno del 2010 quando Pino Alati veniva eletto alla guida del Ciip, società che guida centinaia di dipendenti e da cui dipende l'acqua di due province. Da quel giorno nessuno ha più messo in discussione la poltrona di presidente del fermano che piace ad Ascoli Piceno.

Ma ora qualcosa sta cambiando. Il rinnovo, per Alati sarebbe il terzo mandato, ci sarà dopo l’estate e il centrosinistra tra Fermo e Ascoli Piceno si sta muovendo sottotraccia. Alati gode di stima, ma il fatto che la sua riconferma sia legata a doppio filo alla vittoria di Fioravanti ad Ascoli Piceno, candidato di Fratelli d’Italia e Lega, ha minato la sua immagine perché in molti credono che il presidente del Ciip stia lavorando contro Piero Celani, l’avversario al ballottaggio che rappresenta l’ala moderata.

E così, ecco che il nome di Stefano Pompozzi, vicepresidente della Provincia di Fermo, prende sempre più forza. L’esponente dem dovrebbe sospendersi dal suo ruolo politico, ma non avrebbe problemi a ricoprire il ruolo. Un nome che piace anche ad Ascoli e che ha fatto breccia a San Benedetto del Tronto. Alati ha l’estate davanti a sé per tessere la tela, a meno che non si voti a fine giugno. Fermo si sta muovendo e oltre a Pompozzi sul tavolo ha messo anche il nome di Pierluigi Malvatani, capogruppo Pd in consiglio comunale a Fermo.

L’asse con il Piceno cresce, Alati resta la prima opzione, ma ora il presidente sa che le alternative al suo nome non mancano e che ogni mossa verrà guardata anche dal lato politico.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'Europa finanzia un centro ricerche sui Sibillini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.