05212019Mar
Last updateLun, 20 Mag 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

'Mancano atti, delibere, costi, autorizzazioni'. Zacheo attacca ruota e Natale di Fermo

piazzaviola

L'attacco del consigliere: Ciò che è sempre più evidente è la sciatteria politica e amministrativa, che toglie inevitabilmente prestigio ed autorevolezza alla città capoluogo, non a caso precipitata nella classifica nazionale relativa alla qualità dei servizi e della vita.

FERMO – E come ogni Natale, ecco l’affondo di Pasquale Zacheo, consigliere comunale d’opposizione, sulla gestione delle spese e sulle scelte dell’amministrazione Calcinaro. A poche ore dall’inaugurazione del villaggio del Natale, dedicato al mondo di Scrooge, puntuali le critiche e molto dettagliate dopo l’inizio ironico dedicato alla “parte esilarante: la ruota panoramica che come tutti hanno potuto constatare, è stata allocata tra i palazzi storici della piazza e non supera i tetti degli stessi. In molti si sono chiesti quale potrebbe essere il panorama da ammirare. C’è chi sostiene che in cima si potrà apprezzare meglio la statua di Papa Sisto V, dopo i lavori di pulizia di questa estate, chi invece ritiene di guardare nelle finestre attigue”.

Ma il serio è negli atti. “Nessuno sa chi ha pagato e istallato la ruota, e neppure chi lo avrebbe autorizzato e, soprattutto, se è munito di specifica autorizzazione di sicurezza. Ciò che è sempre più evidente è la sciatteria politica e amministrativa, che toglie inevitabilmente prestigio ed autorevolezza alla città capoluogo, non a caso precipitata nella classifica nazionale relativa alla qualità dei servizi e della vita”.

Cerca atti Zacheo e non le trova: “Non risulta alcuna autorizzazione, nessuna determina dirigenziale per l’occupazione del suolo pubblico, nessuno impegno di spesa, nessuna ricerca di mercato per la ruota. Insomma, come ormai solito per questa giunta comunale, il rispetto della legge e delle procedure sono un vero optional. La giunta con la delibera N.35/2018 ha impegnato per le festività di Natale, sempre e solo per la piazza, ben 70 mila euro per le sole spese di addobbo natalizio e intrattenimento musicale, senza però considerare gli oltre 50 mila euro per la pista di ghiaccio, e il costo della ruota panoramica che nessuno sa a quanto ammonta e come dovrà essere pagato”.

E la pista torna al centro della querelle: “Come ogni anno, la pista di ghiaccio anziché portare gli utili al comune, li porta al privato. E si tratta, coincidenza vuole, sempre dello stesso, incolpevole, che ha potuto partecipare alla gara grazie ad un requisito aggiunto dall’ente comunale non previsto dal Codice degli appalti. Infatti, il Codice, all’art.83, ai fini della sussistenza dei requisiti prescrive in capo all’impresa la particolare capacità professionale e l’iscrizione nel “registro della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura o nel registro delle commissioni provinciali per l'artigianato, o presso i competenti ordini professionali”, invece si scopre a Fermo che se sei un’associazione sportiva, puoi ugualmente partecipare alle gare di appalto, l’importante avere un codice fiscale o una partita iva”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.