07212019Dom
Last updateDom, 21 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

‘Bianco o nero, il gatto deve prendere i topi’. La Provincia di Fermo parte da qui: nuovi consiglieri, obiettivi comuni

consprovnuovo

L’augurio è che sia finito il tempo della competizione e che si inizia a lavorare per il territorio. “Spero che si possa istaurare un proficuo e corretto rapporto, come accaduto nel precedente consiglio”.

 di Raffaele Vitali

FERMO – Si apre alle 15.42 il nuovo consiglio della Provincia di Fermo. Tutti presenti, da una parte e dall’altra dell’assise. Maggioranza e minoranza, visto che nessuno vuol sentire parlare di opposizione. Tre donne tra i banchi sono la vera novità: Silvia Santini, supportata in sala dall’assessore elpidiense Ferracuti, Eleonora Luciani e Francesca Mandolesi.

“Grazie ai tanti consiglieri e sindaci comunali che in tanti sono andati a votare. E considerando che era in mezzo alla settimana, devo ringraziarli tutti” esordisce Moira Canigola, che per altri due anni guiderà l’ente. “I primi sono stati faticosi, entusiasmanti ma anche drammatici. Continueremo a fornire ai cittaidni i servizi necessari: sicurezza sulle strade, che raggiungiamo anche con interventi importanti come la circonvallazione di Amandola e la variante Girola; sicurezza delle scuole, con interventi programmati e finanziati; sicurezza dell’ambiente, con il piano d’ambito in essere. L’obiettivo è fare della Provincia sempre più la cabina di regia per lo sviluppo del territorio”.

Una rete culturale, formazione e coinvolgimento delle scuole, sociale, tavolo della legalità e commissione pari opportunità, economica, con il Tavolo provinciale che è un unicum in Italia: questa vuole essere la provincia nei prossimi due anni. “Ma non basta, vogliamo sempre più supportare i comuni, come stiamo facendo con la Sua. Importanti saranno i rapporti con la Regione e con lo Stato, per programmazione e risorse”.

L’augurio è che sia finito il tempo della competizione e che si inizia a lavorare per il territorio. “Spero che si possa istaurare un proficuo e corretto rapporto, come accaduto nel precedente consiglio. Per quanto mi riguarda do ampia disponibilità al confronto e al dialogo con chi lavora nell’interesse della Provincia” prosegue.

Il punto ‘chiave’ del giorno è la ratifica dell’esito elettorale e confermare così i dieci consiglieri che hanno autocertificato l’assenza di non eleggibilità: Pompozzi 9162 voti, Mandolesi 7097, Perugini 5954, Santini 4776, Cossiri 462; Gismondi 7265, Luciani 7040, Falzolgher 6336, Petrini 6030, Del Vecchio 4290.

Ma in realtà sono le dichiarazioni dei nuovi a chiarire come andrà questo secondo biennio targato Canigola. Apre le danze Alan Petrini: “Ho collaborato nello scorso mandato e la rinnovo, perseguendo il bene comune dei territori. Il mio appello è di dare forza all’ente Provincia che arranca dal punto di vista economico, pur gestendo settori chiave. Chiedo alla presidenza di affrontare insieme il nodo Cosif, al fine di non far trovare in difficoltà alcuni comuni che hanno nel Cosif un riferimento”.

Aggiunge Gastone Gismondi: “Qualcosa deve cambiare dentro l’ente, ma non passa attraverso noi ma a Roma. La Provincia è importantissima, deve ritrovare il ruolo principale. Ci sono delle problematiche: una delle ragioni per cui mi sono candidato è proprio legata alla sicurezza delle strade che lei ha ricordato. Penso al taglio dell’erba. Sono un ciclista, tra poco partiranno gli allenamenti dei baby ciclisti lungo le nostre strade. Se non tagliamo l’erba, le curve diventano un pericolo enorme. Magari un’opera importante in meno, ma più manutenzione. E poi penso al tavolo per lo Sviluppo, fondamentale per il nostro sistema economico”.

Mister preferenze, nonché il consigliere più impegnato nel biennio concluso, Stefano Pompozzi riparte dalla riforma Del Rio: “Va cambiata, spero che il Governo lo faccia. Non è solo un problema di tipologia di elezioni, serve un rimpinguamento di risorse per dare dignità. Abbiamo intercettato quantità ingenti di risorse che farà diventare il Fermano un grande cantiere, partendo dalla messa in sicurezza dei plessi scolastici. Tutti insieme dovremo dare il nostro contributo”. L’ex vicepresidente riporta al centro dell’attenzione il piano d’ambito per la gestione rifiuti: “Noi abbiamo fatto scelte virtuose che ci hanno reso autosufficienti, ma dobbiamo farlo diventare il Prg del ciclo rifiuti”. Il plauso è per la gestione del Tavolo per lo Sviluppo: “È la riprova che questo ente è importante e ha un ruolo. Ci sarà tanto da lavorare ma insieme riusciremo a dare il giusto contributo”.

Hanno voglia di parlare i nuovi e così ecco Carlo Del Vecchio, l’outsider che ha sbaragliato i conti: “Per la prima volta forza Italia è in Consiglio” sottolinea leggendo una nota in cui esalta il ruolo di Jessica Marcozzi. “Dopo 25 anni di militanza a Porto San Giorgio oggi ho l’onore di essere nominato consigliere provinciale, lavorerò per far tornare la dignità. In attesa di Roma lo faremo con la presenza e le risposte che la politica nazionale non riesce a dare. Giusto dire che la competizione politica è finita, perché non importa se il gatto è bianco o nero, l’importante è che mangi il topo. E quindi agiamo, non possiamo piangere ogni volta morti sulle strade, che sia la Mezzina o il lungo Tenna”.

L’auspicio finale è del decano del Consiglio, Aronne Perugini: “Speriamo siano finiti gli anni bui e drammatici. Di certo avremo 1,5milioni pronto da usare per il prossimo anno proprio sulle strade. Spero davvero che la contrapposizione politica resti fuori da questo Consiglio, il buon clima è un valore aggiunto”. La sintonia d’azione la sottolinea anche Cristian Falzolgher, che aveva deleghe nel biennio precedente, e che è stato uno dei grandi fautori della collaborazione, insieme all’uscente Borraccini, e del superamento della parola opposizione: “Presidente, già le dico che voto la variazione di bilancio, perché bisogna continuare il lavoro fatto”. Che la collaborazione abbia inizio.

VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.