04232019Mar
Last updateMar, 23 Apr 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Abili e arruolati: tutti in regola i candidati per un posto in Provincia. Quattro liste che 'parlano' con i colori

consigliomoira

Definito il quadro e validato, non resta che decidere l’ordine e questo avverrà domani alle 1230 in Provincia tramite sorteggio pubblico.

FERMO – Non hanno sbagliato nulla i referenti delle quattro liste in corsa per il consiglio provinciale e l’ufficio elettorale oggi ha acceso il semaforo verde. Non resta che da decidere il posizionamento sulla scheda elettorale del 31 ottobre.

Quattro liste ognuna con il suo simbolo, che già nei colori dice tanto. La prima è ‘Intesa per la Provincia’ che ha scelto il territorio come sfondo e un arcobaleno in mezzo. È l’emblema del mondo Pd, dove i colori si mischiano tra Bellabarba, Cossiri, Fioravanti, Malvatani, Mandolesi, Morelli, Perugini, Pochini, Pompozzi, Santini (obietitvo 6 consiglieri, 5 il risultato credibile).

La seconda lista è ‘Il Fermano prima di tutto’ che ha scelto l’azzurro come colore predominante e no poteva essere diversamente visto che a guidarla, da esterna è Jessica Marcozzi. Sotto la regina di Forza Italia si muovono Catalini, Del Vecchio, Greci, Belleggia, Felici, Panaioli, Tulli, Cognigni, De Santis, Falconi (Obiettivo 1 consigliere)

Terza è ‘Progetto Provincia’. Qui torna il simbolo del territorio con due cerchi concentrici di colore giallo. Un po’ come se la lista di centrodestra nata da una idea del sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, poi diventata terra di conquista per Lucentini e Putzu, volesse dare l’idea di un matrimonio con i comuni, in cui però sempre spicca Fermo tanto che c’è dentro il simbolo la sigla FM. Ne fanno parte Gismondi, Pezzani, Falzolgher, Petrini, Luciani, Berdini e Renzi. Solo sette nomi, rispetto alle prime due presentate complete con dieci (Obiettivo 4 consiglieri, probabili 3).

Infine arriva un po’ di rosso con ‘Amministratori del Fermano per la costituzione’. Rosso lo sfondo con la scritta in bianco su quattro livelli che lascia da sola, chiara e visibile, la parola Costituzione che proprio questo gruppo ha difeso più di ogni altro dalla riforma poi bocciata dal referendum che ha decretato il lento declino del Pd renziano. I candidati sono 5: Marrozzini, rossi, Di Chiara, D’Ario e Torresi. Spicca la consigliera di Montegranaro che il centrodestra aveva dato per alleata occulta e che invece porterà via ulteriori voti all’ex sindaco Gismondi (Obiettivo 1 consigliere, che farebbe calare da 4 a 3 la forza di Progetto Provincia).

Definito il quadro e validato, non resta che decidere l’ordine e questo avverrà domani alle 1230 in Provincia tramite sorteggio pubblico.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.