09222018Sab
Last updateSab, 22 Set 2018 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Redditi bassi, a Fermo si guadagna sempre meno

soldi web
Ultima provincia delle Marche. Divario che cresce tra gli autonomi secondo Mef e Cgil.

di  Raffaele Vitali
Fermo - Più indietro di chi già è in coda . In tutte le province marchiane, i redditi medi sono inferiori alla media delle regioni del Centro e, fatta eccezione per Ancona, anche alla media nazionale. Infatti, il reddito medio più alto si registra ad Ancona, con 20.996 euro, seguito da Pesaro-Urbino con 19.729 euro, Macerata con 18.974 euro, Ascoli Piceno con 18.366 euro. In questo quadro, ecco Fermo:  valore più basso con 18.217 euro.

guardando ai macro numeri, ammontano a 21,5 miliardi i redditi complessivamente dichiarati nel 2017 da 1,1 milioni di contribuenti marchigiani, con un valore medio di 19.654 euro. I dato del Mef, relativi alle persone  fisiche, sono stati elaborati dall’Ires Cgil Marche.

I redditi dichiarati dai marchigiani non solo sono inferiori alla media nazionale (20.960 euro) ma soprattutto alla media delle regioni del Centro (21.809 euro). Nella graduatoria delle regioni italiane, le Marche si collocano al 12° posto dopo Toscana e Umbria, ultima delle regioni del Centro. La regione con il reddito medio più alto è la Lombardia, con 24.765 euro, mentre  quella con il reddito più basso è la Calabria, con 14.950 euro.

Basso o reddito o alta evasione? Il 44,4% dei contribuenti marchigiani dichiara un reddito inferiore a 15.000 euro, percentuale superiore sia alla media nazionale (43,9%) che a quella delle altre regioni del Centro (42,7%), mentre coloro che dichiarano redditi superiori a 120.000 euro rappresentano lo 0,5% (0,7% a livello nazionale e 0,8% nelle regioni del Centro).

“Nella fascia fino a 26.000 euro di reddito dichiarato si collocano il 78,2% dei contribuenti marchigiani che dichiarano il 51,9% del reddito complessivo, mentre l’1,7% nella fascia di reddito superiore a 75.000 dichiara il 10,8% del reddito complessivo” spiega la Cgil.

Entrando  nel merito delle categorie, la.fotografia si depone. Il reddito medio da lavoro dipendente ammonta a 19.159 euro, con Fermo ancora pecora nera con 17661 euro.

Il reddito medio da lavoro autonomo ammonta a 39.229 euro, le spettanze dichiarate dagli imprenditori (solo i titolari di ditte individuali) sono di 21.174 euro annui, i redditi da partecipazione ammontano a 15.588 euro, mentre per i fabbricati vengono dichiarati mediamente 1.162 euro. Anche per il lavoro autonomo Fermo rende diecimila euro in meno di Pesaro, cinquemila  meno di Macerata. il commento finale di Daniela Barbaresi, segretaria generale della Cgil Marche è  duro: “Confermano una condizione di debolezza del sistema economico e produttivo marchigiano e un preoccupante divario rispetto alla altre regioni del Paese. Oltre a un problema precarietà e qualità del lavoro, c’è una questione salariale da affrontare con urgenza. Peraltro, basse retribuzioni determinano bassi consumi, una domanda interna stagnante e una ripresa debole e incerta”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.