09202018Gio
Last updateGio, 20 Set 2018 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Oggi l'Erasmus, domani un gemellaggio: cosi' si rafforza l'asse Fermano-Boemia Centrale

delegazione boemia in CCIAA

Nei giorni scorsi la visita di una delegazione alla Camera di Commercio di Fermo.

FERMO - I primi passi per sviluppare rapporti di partenariato culturale-turistico tra la Boemia Centrale e il Fermano sono stati fatti da Felice Chiesa, l’imprenditore che da anni ha fatto arrivare nelle proprie strutture ricettive comitive di studenti. Il rapporto ha fatto passi da giganti fino all’incontro tra la Camere di Commercio di Fermo e quella Boemia Centrale fino all’avvio di un Progetto Erasmus (per la Camera di Fermo Coordinatore il Consigliere Giancarlo Fermani) che sta dando ottimi risultati. Nei giorni scorsi in Camera di Commercio la delegazione Boema ha incontrato alcuni operatori economici del Fermano, con particolare riferimento all’agroalimentare ed enogastronomico, presenti il presidente Di Battista, quello di Fermo Promuove Nazzareno Di Chiara, Giancarlo Fermani, Václav Mareš, coordinatore dei contatti tra la Regione della Boemia Centrale e le Marche, oltre a Oscar Alessandrini titolare dell’omonimo oleificio. “Vogliamo arrivare a sottoscrivere un importante protocollo – ha detto Di Batista - che consenta ai due territori di incrementare gli scambi commerciali e turistici. Oggi da noi arrivano comitive di turisti che visitano le nostre aziende, fanno acquisti e tornano felici per l’esperienza fatta, grazie all’ospitalità dei nostri imprenditori e alla bellezza del nostro territorio”. “Possiamo sviluppare nuovi momenti di collaborazione, condivisi con la governatrice della regione Boemia Centrale Jaroslava Jermanova – Pokorna, fino ad arrivare a un gemellaggio dopo il primo progetto Erasmus. Domani (oggi per chi legge, ndr) arriveranno trecento nostri concittadini, ospiti nei campeggi Spinnaker e la Capannina per proseguire gli scambi che potranno interessare, in futuro, anche studenti universitari, oltre che stringere accordi con la Camera di Commercio e scambi aperti a nuovi mercati”, ha chiuso Vaclav Mares. Sulla possibilità di arrivare alla firma di un protocollo tra le Camere di Commercio, per incrementare gli scambi commerciali trai due territori, si è espresso favorevolmente anche Nazzareno Di Chiara, presidente di Fermo Promuove: “Credo che questo incontro sia propedeutico per nuove strategie da mettere in atto – ha detto - capaci di favorire la partecipazione delle aziende fermane dell’enogastronomia ma anche quelle dell’artigianato artistico alle Fiere in Boemia centrale”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.