08172018Ven
Last updateVen, 17 Ago 2018 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Strategia vincente: Tod's torna a crescere. L'Europa e la Cina volano. Della Valle: 'Italia resta debole. Ora le capsule'

Diego Della Valle Andrea Della Valle3

Le collezioni ora nei negozi stanno ricevendo commenti positivi dai clienti, che ne apprezzano, come sempre, l’alta qualità ed il buon gusto, coniugati con una sempre più forte componente di creatività.

SANT’ELPIDIO A MARE – L’Italia non compra? Diego Della Valle cambia strategia, investe su Europa e Asia e Hogan, uno dei brand di punta, torna a crescere: nei primi sei mesi i ricavi hanno raggiunto i 106,2 milioni, crescendo del 7,5% rispetto ai primi sei mesi del 2017. “La solida crescita a doppia cifra dell’Europa e della Cina, che sono i mercati su cui è attualmente focalizzata l’internazionalizzazione del marchio, ha più che compensato la debolezza del mercato italiano” commenta il patron della Tod’s.

Allargando lo sguardo al gruppo il 2018 ritrova il segno più: +1,8% e 491,9 milioni di fatturato (395 dalle scarpe +2,4%) dopo una lunga serie di trimestri negativi. “I risultati rafforzano le nostre scelte. I ricavi sono tornati a crescere, sia per Tod’s che per Roger Vivier. Stiamo iniziando a raccogliere i primi risultati del lavoro fatto e che continueremo a fare in futuro. Le collezioni ora nei negozi stanno ricevendo commenti positivi dai clienti, che ne apprezzano, come sempre, l’alta qualità ed il buon gusto, coniugati con una sempre più forte componente di creatività, necessaria per attirare anche nuovi consumatori”.

L’ottimismo cresce pensando che in autunno nei negozi arriveranno anche delle speciali capsule “frutto di collaborazioni con protagonisti del mondo della creatività e che rientrano nel nostro progetto T Factory, cioè collaborazioni da fare più volte in un anno con esponenti di primo piano del mondo dello stile. La scelta delle persone adatte a sviluppare il nuovo modello di business è in corso (Lapo Elkann sarà uno di loro, ndr) e sta per essere completata”.

Ma non ci si ferma mai alla Tod’s e così ecco il nuovo cambio di strategia deciso dal Cda: “È stato dato il via al processo di integrazione della società correlata Italiantouch, che ci permetterà di accelerare il raggiungimento della distribuzione omnichannel, rafforzerà il peso dell’e-commerce ampliando le sinergie del gruppo. Sono fiducioso sui risultati dei prossimi mesi e penso che l’esercizio ci potrà dare buone soddisfazioni” ribadisce Diego Della Valle.

Guardando gli investimenti, nei primi sei mesi ammontano a 20,1 milioni di Euro, in crescita rispetto ai 16,4 milioni di un anno fa. “Come sempre, la maggior parte delle risorse è stata destinata all’espansione ed al rinnovamento della rete dei Dos, tra cui segnaliamo ad esempio il completo rinnovo della boutique Tod’s di Londra Sloane Street. Il resto degli investimenti è riferito al continuo ammodernamento a livello industriale e di struttura corporate” conclude mister Tod’s che vede il primo mercato, ovvero l’Italia, 138,4milioni e un calo del 4,8%, ormai raggiunto dall’Europa, 126,7 e +6,2%.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.