08172018Ven
Last updateVen, 17 Ago 2018 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Cantieri al via, la Ciip porta più acqua nei condomini di Fermo: 'Disagi, ma poi solo benefici'

ciipcircon

L’ingegner Virginia Recanati, l’ingegner Fortuna e Sandro Renzi sono le figure chiave di questo lavoro, ognuno per il suo lavoro: “Un lavoro importante e invasivo, non mancheranno i disagi. Ma i vantaggi poi saranno superiori”.

FERMO – In attesa del progetto di rete con gli altri player, la Ciip, 250 dipendenti, pensa ai cantieri lungo la circonvallazione di Fermo. “Vogliamo far capire alla città il lavoro della Ciip, che investe su Fermo. Non si può sempre far passare inosservato il lavoro, mentre questo sarà un cantiere storico". È iniziata la sostituzione della condotta, degli anni ’50, sulla circonvallazione di Fermo. “Tre chilometri di condotta, un milione di euro di lavori, che porteranno importanti effetti e benefici ai cittadini” sottolinea il sindaco Paolo Calcinaro.

È la modernizzazione del sistema, necessaria e non più rinviabile che prosegue da anni con oltre 20milioni di investimenti. “Miglioreremo gli asfalti, ridurremo, se non elimineremo le perdite, che spesso causano infiltrazioni. E poi ci sarà un miglioramento della portata dell’acqua, quindi cresce la pressione e gli ultimi piani, ma in generale i condomini, avranno benefici” prosegue.

Annuisce al suo fianco Giacinto Alati, numero uno della Ciip, che ha la sede ad Ascoli ma il cuore a Fermo. E con questi lavori, che si sommano ai tanti investimenti degli ultimi anni, lo dimostra. I lavori proseguiranno a step, con un primo ripristino delle strade e in una seconda fase l’asfaltatura “quindi chiediamo pazienza ai cittadini”.

L’ingegner Virginia Recanati, l’ingegner Fortuna e Sandro Renzi sono le figure chiave di questo lavoro, ognuno per il suo lavoro: “Un lavoro importante e invasivo, non mancheranno i disagi. Ma i vantaggi poi saranno superiori”.

Tre chilometri e ottocento metri di condotte nuove in acciaio “che hanno un tempo di posa più lunga”. Partiamo davanti all’Iti, con le scuole chiuse e fino a metà settembre si arriverà ai parcheggi. Poi Trento Nunzi, viale della Carriera e poi via Crollalanza per scendere verso il Coni e poi risaliremo attraverso un cunicolo presente in piazza Dante e poi via delle mura per poi tornare ai maxi parcheggi. “Aumenterà la portata, raddoppia il diametro esistente” spiega la Recanati. Un anno di lavori. “Abbiamo monitorato il territorio verificando tutti i sottoservizi.

Senso unico alternato, poi un tratto chiuso in via Marchionni durante agosto. “E poi con il comandante dei vigili urbani Paris verificherà le necessità. Alla fine tutto sarà più funzionale e bello” ribadiscono Alati e Recanati.

Non solo condotte, ma anche due importanti interventi in due strutture chiave: Istituto zooprofilattico e autoparco che ora sono stati collegati con la rete fognaria grazie al lavoro dell’ultimo anno. “Fermo deve ricordare che se la mattina ha l’acqua è perché c’è un dipendente della Ciip che lavora. Non va mai dimenticato e quando facciamo i concorsi, sarei contento che più fermani partecipassero” conclude il presidente Alati.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.