06202018Mer
Last updateMar, 19 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

La Regione finanzia un pezzo di Mare-Monti. Cesetti: "Sei milioni anche per la ciclovia dell'Aso"

cesetti ceriscioli

“Fatti, non parole. Altro non serve per far comprendere anche a chi critica cosa significhi attenzione al Fermano” conclude Cesetti.

di Raffaele Vitali

FERMO – L’assessore al Bilancio della Regione Marche, Fabrizio Cesetti, ama parlare con i fatti, “che sono argomenti testardi”. E quindi le critiche senza motivo lo fanno infuriare. “Il territorio fermano è ben governato da tutti gli “attori” in campo che mai, come in questo momento, sono stati così uniti e concordi per conseguire i necessari obiettivi di crescita istituzionale, economica e occupazionale”. È questo il primo passaggio dialettico, segue poi la disamina dei numeri, che Cesetti riserva a Maurizio di Cosmo, segretario della Cgil, che aveva messo in discussione il peso del territorio nelle scelte di Governo e Regione. “Tanto è stato fatto, come dimostrano le carte” prosegue l’assessore. Che tra le tante cose portate a termine, ne sottolinea anche un paio, cruciali, in divenire, ma già finanziate. Tra queste spiccano gli 11 milioni per l’ammodernamento, che significa l’eliminazione di alcune curve, dell’ipotetica Mare-Monti (portata all'attenzione del ministero delle Infrastrutture) nel tratto di Servigliano - Amandola, grazie alle risorse per la viabilità di adduzione per l’ospedale di Fermo, e i sei milioni di euro inseriti a bilancio per la ciclovia turistica sul fiume Aso lungo il tratto fermano, partendo da Altidona, con fondi FSC (Fondo Sviluppo e Coesione – Programmazione 2014-2020), delibera CIPE n.98/2017. A queste due novità si aggiunge quanto fatto dal presidente Luca Ceriscioli e dal governo regionale, che non significa solo una pioggia di milioni, ma progetti e attenzione. 

Questo il lungo capitolo fondi: finanziamento ospedale di Fermo per 70 milioni di euro; Euro 2.450.000,00 assegnati al territorio Fermano per il patrimonio culturale; Euro 5.247.905,00 per le scuole del Fermano nei Piani di edilizia scolastica 2015/2016; Euro 4.000.000,00 per la difesa della costa di Altidona; Euro 1.000.000,00 per la difesa della costa di Porto S. Elpidio; Euro 1.532.000,00 per la messa in sicurezza rischio sismico Liceo Scientifico “Onesti” di Fermo; Euro 6.300.000,00 per il finanziamento ITI Urbano di Fermo; €13.380.280,67 destinati infrastruttura a Banda Ultra Larga nelle aree bianche della Provincia di Fermo; € 5.138.000,00 per intervento “SP n.239 ex SS 210 Fermana-Faleriense; SP n.237 ex SS 78 Picena – lavori di ammodernamento – by pass di Amandola”; € 4.800.000,00 per intervento innesto delle Provinciali 204 Lungo Tenna e Fermana-Faleriense, noto come “Collegamento del Ferro”; Euro 11.000.000,00 per viabilità aduzione Ospedale di Fermo (poco più di un milione) e “Mare-Monti”; Euro 6.600.000,00 per la Ciclovia turistica dell’Aso; € 3.100.00,00 per finanziare 9 progetti rinnovamento, potenziamento ed innovazione del Parco Tecnologie Biomediche nella Provincia di Fermo; € 1.950.000,00 alla Provincia di Fermo per l’esercizio delle funzioni; € 1.295.000,00 per rinnovo parco autobus nella Provincia di Fermo; Risorse destinate alla manutenzione Strade ex ANAS della Provincia di Fermo: ex SS 78 Picena, ex SS 433 Val D’Aso, ex SS 210 Fermana-Faleriense; Euro 287.000,00 per finanziamenti impianti sportivi di 7 Comuni della Provincia di Fermo; Euro 160.000,00 per Comune di Montefortino, come capofila della Rete Museali dei Sibillini; Euro 130.000,00 per l’Associazione “Marca Fermana”; Contributi vari ad Amministrazioni Comunali e ad Associazioni del territorio per iniziative culturali e turistiche.

Riforme e sviluppo del territorio: ospedale di area vasta; trasformazione degli ex Presidi Ospedalieri di Montegiorgio e Sant’Elpidio a Mare in ospedali di Comunità con l’attivazione di tutti i previsti Servizi (cure intermedie; punti di primo intervento; emergenza); nuovo ospedale di Amandola; realizzazione infrastruttura a Banda Ultra Larga nelle aree bianche della Provincia di Fermo, per la quale è stato sottoscritto il contratto tra INFRATEL Italia S.p.A. e Open Fiber il 9/11/2017. Inizio lavori previsto per il mese di giugno; inserimento nell’Area di crisi complessa del Piceno di 8 Comuni della Provincia di Fermo; istituzione dell’area di crisi non complessa ricomprendente gli altri 32 Comuni della Provincia di Fermo (DGR n.1500/2016); avvio delle procedure e negoziazione in atto con il MiSE, per il riconoscimento dell’Area di crisi complessa del Distretto calzaturiero; avvio procedure per il riconoscimento Area interna “Appennino-Alto Fermano” (DGR n.465/2017); inserimento della infrastruttura “Mare-Monti” tra le priorità strategiche della Regione Marche nel piano presentato dal Governo Regionale al Ministro Delrio

Tanto si potrebbe poi scrivere sul post sisma, dove spiccano i 32 milioni di euro per le nuove scuole, i 5 per l’ammodernamento della Valdaso in zona Montefalcone, i 65 milioni per opere pubbliche in tutta la provincia, gli undici per ridurre il dissesto idrogeologico. “Fatti, non parole. Altro non serve per far comprendere anche a chi critica cosa significhi attenzione al Fermano” conclude Cesetti.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.