07222018Dom
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Intervista, il distretto fermano-maceratese non decolla. Pilotti, Assocalzaturifici: "Meno export e 645 posti persi, ma..."

pilotti micam

Per le Marche, e quindi per il distretto fermano-maceratese, il core business dei mercati esteri resta la Germania, che perde però il 2,3%, come perde la Francia, -4,9. “È per questo che non basta la crescita della Russia, +22,5%, e della Svizzera, +2,5”.

di Raffaele Vitali

PORTO SANT’ELPIDIO – Scarpe belle, ma non così facili da vendere. Ecco le Marche che chiudono i primi nove mesi dell’anno con un calo dell’export del 3,2% (il dato italiano delle calzature dice +2,2%). “È il peggior risultato a livello nazionale, solo la Campania si avvicina ma fa comunque meglio” sottolinea la presidente di Assocalzaturifici, l’elpidiense Annarita Pilotti.

Le ragioni sono diverse, ma una sembra dominare: “Non riusciamo ad andare oltre la Russia. Che ora si sta riprendendo, ma le Marche sono in assoluto la regione più esposta a quel mercato. Chi lavora con il mercato europeo invece tiene, quindi non è un problema di prodotto” prosegue. Entrando nel dettaglio dei dati forniti dall’associazione che riunisce i calzaturieri italiani, la fotografia più nera è quella di Macerata, che perde il 10,2%. Meglio, ma considerando i volumi è il calo decisivo, Fermo con un -0,6 e Ascoli, che chiude i primi nove mesi del 2017 con -0,8%.

“Quello che preoccupa è il dato delle chiusure. Sulle 174 aziende che si sono fermate in Italia, ben 64 si trovano nelle Marche. Questo ha comportato la perdita di lavoro per 645 persone. A riprova della gravità della crisi nelal nostra Regione c’è il dato italiano, dove le maestranze sono aumentate di 143”. Guardando ai lavoratori inoccupati, la Pilotti è però ottimista: “Alcuni già sono stai riallocati e più della metà avranno un contratto dopo l’epifania, con il riprendere della produzione”. Per le Marche, e quindi per il distretto fermano-maceratese, il core business dei mercati esteri resta la Germania, che perde però il 2,3%, come perde la Francia, -4,9. “È per questo che non basta la crescita della Russia, +22,5%, e della Svizzera, +2,5”.

Presidente Pilotti, ma quella della Russia è una ripresa reale?

“Sono sempre ottimista, di quelle che non mollano mai. Ma non siamo fuori dalla crisi. Bisogna tanto lottare. Siamo esposti come marchigiani al mercato russo. Il rublo oggi è stabile. L’estivo però è rimasto invenduto, gli ordini sono scesi, i negozi sono ancora pieni perché ha fatto freddo fino a luglio. Mentre fino alla settimana scorsa non ha fatto freddo, sempre stati attorno ai 5 gradi. Un tempo c’era il -15 e c’era il boom di stivali. Ho paura che si arriverà ai saldi con i negozi pieni. Questo dicono i vari clienti”.

Pensando alla sua azienda, Loriblu come sta andando?

“Il 2015 è stato l’anno peggiore, poi abbiamo ripreso a crescere. Il 2017 ha dato buoni risultati”.

Presidente, come mai gli Usa non crescono?

“È un enorme mercato, sempre più complicato venderci, con regole sempre più ferree. Nei department store devi vendere oltre il 55% prima dei saldi, altrimenti chiedono sconti sempre maggiori. Se penso alla mia azienda, diventa un mercato di riferimento quando partono i saldi online. Ed è così per tanti”.

Strategie verso gli Usa con Assocalzaturifici?

“Qualcosa faremo, stiamo studiando quel mercato. Non è facile portare aziende in America e a noi non piace buttare soldi”.

Servirebbe un aiuto maggiore dalla politica?

“Ho ribadito alle varie Regioni e ai Consorzi di pianificare un progetto condiviso con Assocalzaturifici”.

Dialoga ancora con l’assessora Manuela Bora?

“Condividiamo idee. Ma non bastiamo. Camera di Commercio, territoriali di Confindustria, enti locali: tutti insieme dobbiamo pensare a dove andare e con quali risorse”.

Tavolo per lo Sviluppo in Provincia, cosa ne pensa?

“Non ne ho preso parte e forse anche questa è la riprova che possiamo fare meglio insieme, cominciando dal nostro mondo imprenditoriale”.

Tra qualche mese senza il ministro Calenda e il sottosegretario Scalfarotto, la moda sarà più sola?

“Il tavolo della moda non si deve fermare. Spero che qualsiasi ministro venga, di qualunque colore, non butti via quanto fatto. È un grande tavolo, anche tropo grande. Ma che ha avuto il suo positivo influsso. Già solo il riconoscerci a vicenda è un vantaggio per ogni settore. Quello che mi auguro è che qualunque Governo riparta da Calenda, è uno che sta in prima linea e ha lavorato tanto in ogni cosa che ha fatto”.

Guardando al mondo, nel 2018 Assocalzaturifici su chi punterà?

“Abbiamo tante fiere che promuoviamo o gestiamo. Il Kazakistan cresce, confermiamo Obuv e Moc come riferimenti per i mercati chiave. E c’è sempre l’America”.

Presidente, vale la pena dedicare tempo ad Assocalzaturifici?

“Tempo non l’ho mai perso, l’ho sottratto alla mia azienda e alla famiglia. Mi sono arricchita di esperienze che nulla hanno a che vedere con successi personali. E poi i son rimessa a studiare a quasi 60anni, mica facile”.

Tanti traguardi raggiunti?

“L’elenco non sarebbe corto, penso anche all’accordo con il ministro Poletti sulla ciclicità della cassa integrazione per il calzaturiero. Poi c’è il restyling del Micam, che è qualcosa di splendido. Poi non sono aumentati gli ordini, la crisi c’è, ma aver ridato immagine a una fiera che cresce anche grazie ai nuovi padiglioni mi gratifica”.

Micam-settimana della moda, l’intesa continua?

“Per febbraio siamo distanti dieci giorni, spero che per il 2019 riusciremo a riavvicinarci, come accade per l’edizione di settembre”.

Presidente Pilotti, ultima domanda: scarpa alta o bassa nel 2018 per le donne?

“La tendenza è per il basso, ma io al tacco non rinuncio. Le donne belle mettono la scarpa alta, forse per questo io uso quelle più basse. La femminilità è nel tacco, non dimentichiamolo mai”. E sarà impossibile dimenticarlo dall’11 febbraio quando a dominare dentro i padiglioni della Fiera di Milano a Rho sarà la vanità.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.