04242018Mar
Last updateLun, 23 Apr 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Distretto del Cappello, boom della Russia ma Trump frena gli Usa. La chiusura di Borsalino fa tremare anche il Fermano

borsalino deep

Con lo spegnersi della luce sullo stabilimento piemontese, restano 145 imprese in Italia per 2350 addetti, -2.1%, e un fatturato di 158milioni, in crescita dell’1,3% nel 2017. A trainare il settore è l’export che raggiunge la cifra di 106milioni con una crescita del 17,8%, spiega Marzialetti, presidente cappello TessiliVari.

di Raffaele Vitali

MONTAPPONE – C’era una volta il Borsalino. Simbolo del fashion made in Italy in America, il cappello prodotto in Piemonte era amato a Hollywood. Era il simbolo di un settore che ha nel Fermano il suo cuore, considerando che il 75% della produzione di cappelli avviene tra Montappone e Massa Fermana.

“Niente concordato preventivo, c’è profonda amarezza per l'ennesima vicenda societaria del marchio più importante e conosciuto del comparto del cappello italiano. Eppure – spiega Paolo Marzialetti, presidente  nazionale settore cappello TessiliVari - Philippe Camperio, del fondo svizzero Haeres Equita, aveva svolto un buon lavoro dopo l'ultimo epilogo di due anni e mezzo fa legato al crack del finanziere Marenco, acquisendo oltretutto l'estate scorsa il marchio Borsalino direttamente da Mediocredito, del Gruppo Intesa San Paolo, che chiudeva una lunga serie di passaggi societari avvenuti negli ultimi 25 anni, garantendo dunque stabilità ai 135 addetti dello stabilimento. Stava crescendo anche il fatturato, arrivato a oltre 17 milioni di euro, rispetto ai 13 di due anni fa”.

Con lo spegnersi della luce sullo stabilimento piemontese, restano 145 imprese in Italia per 2350 addetti, -2.1%, e un fatturato di 158milioni, in crescita dell’1,3% nel 2017. A trainare il settore è l’export che raggiunge la cifra di 106milioni con una crescita del 17,8%. Nello specifico, i cappelli di paglia registrano un calo delle importazioni del 23% in valore. Le esportazioni ammontano a 17 milioni di euro, con una diminuzione del 2,4%. Mentre i berretti evidenziano un aumento delle esportazioni del 17,8% e delle importazioni, +8,1%.

“Le principali esportazioni avvengono nei mercati consolidati quali la Germania (15 milioni di Euro, +12%) sempre con buone performance e più limitatamente la Francia (14 milioni di Euro, +4,6%), il Regno Unito (9,6 milioni di Euro, +20,6%) sempre in forte ascesa malgrado la Brexit e l'euro forte. Registriamo – prosegue Marzialetti - l'esplosione della Svizzera (8,5 milioni di Euro, +144,6%) sempre a causa delle triangolazioni soprattutto per via del ritorno della Russia in grande spolvero (4,9 milioni di Euro, +68%) che dimostrano quanto sia considerato il nostro Made in Italy, se non ci fossero le assurde sanzioni ancora in essere”.

Non va mai dimenticato che il 70% del valore in termini di aziende, addetti e fatturato spetta al Distretto del Cappello Fermano (Montappone, Massa Fermana, Monte Vidon Corrado, Falerone) - Maceratese (Mogliano, Loro Piceno, Sant'Angelo in Pontano). “Il core-business è comunque rappresentato dai soli comuni di Montappone e Massa Fermana, dove risiedono oltre l'80% delle aziende del Distretto e circa il 50% di quelle su scala nazionale”. Sono 100 le imprese del distretto, indotto incluso, che danno lavoro a circa 1600 persone grazie a un fatturato di 100 milioni e un export di 75.

Il problema del settore ora è legato alla Borsalino, che da sola con i suoi 160 anni di storia garantiva il 10% del fatturato italiano. Dovranno essere brave le altre imprese del distretto a provare a intercettare una fascia di clienti abituati al modello e al nome. Ma non sarà facile, visto che gli Usa, mercato di riferimento per la storica azienda, sono già in calo del 7,5%. “Colpa delle politiche protezioniste di Trump, anche se il dato che davvero preoccupa è quello del Giappone, sceso nel 2017 del 19% con un fatturato di 3,4 milioni”. 

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.