01242018Mer
Last updateMer, 24 Gen 2018 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Melchiorri e Mariani: missione compiuta. Nuova Confindustria da 40mila imprese e 5miliardi di fatturato

assmbleafotoconfi

Al fianco di Melchiorri e Mariani si muoveranno Giuseppe Tosi, direttore, e Corrado Alfonzi. Figure esperte che ora completeranno il passaggio del personale dentro la new.co e poi ne guideranno la crescita dal punto di vista amministrativo.

di Raffaele Vitali

FERMO – Villa Lattanzi è la casa di Confindustria Centro adriatico. Il luxury resort di mister Brosway Lanfranco Beleggia ha sancito il primo incontro d’amore e ha coronato l’unione con l’ultimo sì. Si sono ritrovati gli associati di Confindustria Fermo e Confindustria Ascoli piceno per l’assemblea che ha dato vita alla territoriale unica. Il progetto ambizioso guidato da Simone Mariani, 40enne Ad della Sabelli Spa, si è concluso a tempo record. Sei mesi in cui ha giocato un ruolo chiave l’indole rassicurante di Giampietro Melchiorri, numero uno dei fermani. il connubio tra la verve e la risolutezza dell’imprenditore piceno con esperienze industriali anche a livello nazionale e la calma determinazione dell’imprenditore calzaturiero, che produce sneakers di classe e scarpe in cuoio d’alto livello, è stato perfetto.

“Una nuova realtà associativa che oggi, dopo il concepimento, con coerenza, eleganza, unendo le rispettive eccellenze, finalmente arriva alla luce; un giorno che non rappresenta un passo indietro rispetto al percorso aggregativo regionale, anzi al contrario, è uno scatto in avanti rispetto ad un'idea condivisa, purtroppo partita con il piede sbagliato”. Al fianco di Melchiorri e Mariani si muoveranno Giuseppe Tosi, direttore, e Corrado Alfonzi. Figure esperte che ora completeranno il passaggio del personale dentro la new.co e poi ne guideranno la crescita dal punto di vista amministrativo, lasciando ai due imprenditori la parte politica.

“Abbiamo creato un solco con il passato, un solco che dovranno oltrepassare tutti coloro che vorranno condividere i nostri progetti. Confindustria Centro Adriatico, nasce già grande, ha numeri importanti che potranno solo crescere. Circa 800 imprese con quasi 20.000 addetti e un fatturato che sfiora i 5 miliardi di euro” sottolinea Mariani che con i numeri richiama un dato inconfutabile: “Siamo la seconda realtà delle Marche per numero di imprese attive, che ammontano a 39.925 unità, ma soprattutto leader indiscusso dell'export marchigiano con un valore superiore ai 4 miliardi di euro annui, più di un terzo delle esportazioni complessive delle imprese regionali”.

Un territorio variegato che va dalla moda alla chimica-farmaceutica, dalla gomma plastica alla meccanica. “Vanta anche distretti produttivi celebrati da sempre come modelli unici di sviluppo economico e sociale: mi riferisco ovviamente ai distretti della calzatura e del cappello nel Fermano e dell'agroalimentare nel Piceno”. Una nuova associazione dinamica e poliedrica, con cui l’economia italiana dovrà fare i conti. Ma una realtà che deve cambiare passo per non restare indietro: “Temi quali l'innovazione e la crescita devono essere ancora assimilati da buona parte del nostro tessuto imprenditoriale. Abbiamo bisogno quindi di un nuovo rinascimento: culturale e sociale ancor prima che economico. Tutti devono fare la loro parte”.

CONSIGLIO GENERALE

Oltre ai membri di diritto, presidente e vicario, presidente dell'Ance Massimo Ubaldi, il presidente del Comitato Piccola Industria Fabrizio Luciani, il presidente del Gruppo Giovani Massimiliano Bachetti e tutti i presidenti dei Gruppi Merceologici, sono stai eletti per la parte ascolana Mario Caroselli, Massimo Andreani, Giuseppe Izzi, Gian Vincenzo Clerici, Marcello Ciotti, Mario Tassi e Gianni Travaglini e per la parte fermana Lanfranco Beleggia, Rodolfo Zengarini Arturo Venanzi, Stefano Violoni, Giuseppe Ciarrocchi, Gianluca Tombolini, Alberto Fasciani e Angiolo Mannini

CONSIGLIO DI PRESIDENZA

Mariani e Melchiorri saranno Maurizio Vecchiola, Luca Antognozzi, Pierfrancesco Andolfi, Enrico Ciccola, Andrea Santori e Niccolò Steca.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.