11242017Ven
Last updateVen, 24 Nov 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Conquistare le Alpi con la Regina dei Sibillini. Lamponi: "Chef e prodotti promossi al meglio a Merano"

PERSONE STAND 2

Un successo collettivo, che Lamponi riassume così: “Abbiamo fatto il massimo per mettere le aziende a proprio agio, con l’auspicio che questa meravigliosa esperienza possa ripetersi negli anni a venire".

MERANO – Esserci o non esserci, questo era il problema a poche settimane dall’apertura del Merano Wine Festival. Questione di risorse: la Camera di Commercio, dopo i tagli, stava selezionando con maggior cura ogni iniziativa. E i dubbi per Merano erano legati alla partecipazione o meno delle imprese. Nel giro di poche settimane la collettiva si è allargata, dimostrando la voglia del territorio di esserci, di farsi valere. A quel punto, con la spinta del partner privato, Gianni Lamponi, i presidenti Di Battista e Di Chiara non si sono tirati indietro.

Le fotografie di eri, giorno di chiusura, sono state la riprova di un successo andato oltre ogni aspettativa. Ottomila le presenze tra operatori, buyer, commercianti e almeno la metà son passati per lo stand delle Marche, perché così ormai si muove Fermo Promuove, allargando sempre più i suoi confini a dimostrazione che se ben spesi i soldi per le aziende speciali non devono mai mancare.

Se al banco i prodotti, incluse le ricotte e le mozzarelle di Sabelli presentate per la prima volta da un entusiasta Marcello Mariani, il veterano del gruppo salto i vertici italiani, hanno conquistato i visitatori, a tavola ci hanno pensato gli chef Quinto Fabiano e Alessandro Pazzaglia. Due cooking show con i gusti e i sapori della terra fermana che hanno incantato anche Bruno Cicolini, senatore a vita della Federazione Italiana Cuochi, e alcuni dei migliori professionisti stellati del settore, tra i quali Herbert Hintener di Bolzano. Applausi a scena aperta, con due primi piatti, cappellaccio dell’Adriatico e mezze maniche Mare Monti, utilizzando esclusivamente prodotti di qualità del territorio come la mela rosa dell’azienda La Golosa, l’olio extra vergine d’oliva del Consorzio Clara, la pasta della Regina dei Sibillini (azienda presente a Merano, che si sta rialzando dopo l’incubo del terremoto) che potrebbe entrare nei menu di prestigiosi ristoranti dopo questa esperienza.

Un successo collettivo, che Lamponi riassume così: “Abbiamo fatto il massimo per mettere le aziende a proprio agio, con l’auspicio che questa meravigliosa esperienza possa ripetersi negli anni a venire. Un grande grazie anche a Fermo Promuove, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Fermo per averci sostenuto, per essere stata presente a Merano con un proprio spazio Istituzionale e con il presidente Nazzareno Di Chiara che ha fatto visita a tutte le aziende della collettiva”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.