11222017Mer
Last updateMar, 21 Nov 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Calzaturiero in crisi, Ciccola punta in alto: "Boccia chiami Confindustria Germania e sblocchi il made in"

cappella ciccola fenni

Gli associati, sono duecento le aziende, hanno confermato il numero uno di Fermo, Enrico Ciccola, azienda Romit. Al suo fianco, come vice, Valentino Fenni.

FERMO – Il rilancio del mercato calzaturiero non ha una sola strada. Non esistono bacchette magiche. Si lotta su più livelli: c’è quello marchigiano con il distretto fermano – maceratese-piceno, c’è quello nazionale con le politiche di Assocalzaturifici.

Mondi che si sono incontrati a Fermo per scegliere il nuovo presidente della sezione calzaturieri di Confindustria Centro Adriatico, frutto dell’unione di Fermo e Ascoli. Gli associati, sono duecento le aziende, hanno confermato il numero uno di Fermo, Enrico Ciccola, azienda Romit. Al suo fianco, come vice, Valentino Fenni della Elle Italia Srl. “Prosegue in perfetta sintonia il cammino comune che con Simone Mariani stiamo guidando in vista della prima assemblea unitaria che terremo entro il prossimo mese per la costituzione degli organi principali che guideranno l’associazione” sottolinea Giampietro Melchiorri, vicepresidente di Confindustria Centro Adriatico

La serata si è sviluppata in due parti. La prima elettiva, la seconda di confronto con i vertici di Assocalzaturifici che sono arrivati a Fermo per fare il punto sulle fiere appena concluse e anticipare le novità principali di theMicam 2018. “Presenteremo la nostra proposta sul Made in realizzata con l’Università Politecnica delle Marche e l’università Luiss di Roma. Il 29 novembre saremo poi a Roma per incontrare il viceministro all’Economia Teresa Bellanova, con cui affronteremo i problemi del distretto calzaturiero assieme ai componenti del Tavolo per lo Sviluppo” spiega il presidente Enrico Ciccola. “Abbiamo bisogno di avere un supporto sempre maggiore in Confindustria Nazionale, parleremo di nuovo con il presidente Boccia e con la vicepresidente Ferrarini, perché è fondamentale il supporto all’azione della presidente Pilotti di Assocalzaturifici. Abbiamo bisogno che la politica industriale italiana si intrecci con quella europea, per cui auspico un incontro con la Confindustria tedesca per poter superare le differenze sul Made in, sapendo che la Germania ha bisogno di noi” hanno ribadito Ciccola e Fenni.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.