11222017Mer
Last updateMar, 21 Nov 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Quaranta milioni di motivi per credere nei gioielli di Beleggia: il Gruppo Bros cresce, investe e assume

Bros Manifatture

L’ultimo arrivato, Pianegonda, è quello che ha fatto fare il salto di qualità alla struttura, ampliando il raggio di azione in una fascia di prodotto prima sconosciuta, visto che ci sono gioielli che arrivano a costare anche duemila euro.

di Raffaele Vitali

MONTEGIORGIO – Da piccolo laboratorio di cinturini in pelle a gruppo che dà lavoro a 150 dipendenti, tra cui una quindicina di brillanti designer. Ecco il mondo Bros creato da Lanfranco Beleggia che nella villa resort che domina il mare a due passi da Fermo ha festeggiato i 38anni di avvio dell’azienda di Montegiorgio. Al suo fianco i figli, simbolo di una seconda generazione che cresce e dentro l’azienda è da stimolo, anche a livello comunicativo vista la capacità del re dei gioielli di coinvolgere i personaggi del momento, l’ultimo è Levante, in racconti che vanno oltre lo spot.

Dhiva, Brosway, S'Agapò, Rosato e Pianegonda sono i marchi con l’imprenditore montegiorgese ha conquistato il titolo di polo della gioelleria innovativa italiana. L’ultimo arrivato, Pianegonda, è quello che ha fatto fare il salto di qualità alla struttura, ampliando il raggio di azione in una fascia di prodotto prima sconosciuta, visto che ci sono gioielli che arrivano a costare anche duemila euro. Un’operazione di acquisto simile a quella fatta da Della Valle quando ha inglobato Roger Vivier. Un modo per elevare la propria produzione, aumentando la gamma senza perdere la propria anima.

È così che Beleggia si avvia a fine anno a superare quota 40milioni di euro di fatturato. Il tutto continuando ad avere potenziali di crescita enormi, visto che la percentuale di export non raggiunge ancora il 20%. L’obiettivo è dividere il fatturato tra Italia, “un mercato che non è ancora maturo” sottolinea l’azienda, e l’estero, dove invece i margini di crescita sono enormi. E proprio per questo il Gruppo Bros ha investito su Pianegonda, con cui intende entrare a testa alta in America e Russia. Prosegue l’investimento in Oriente, con Brosway e Rosato già presenti e affermati. Se l'investimento si confermerà vincente, nuove assunzioni sono dietro l'angolo.

Giusto quindi tagliare la torta e soffiare sule 38 candeline insieme con tutti i dipendenti. perché anche questa è un’altra delle forze del gruppo di Beleggia, che ha anche festeggiato il suo compleanno: affiatamento e sentirsi parte di una azienda di famiglia con il corpo da grande impresa. Non sono voluti mancare i vertici di Confindustria, dal presidente Melchiorri al direttore Tosi, e i vertici istituzionali, l’assessore regionale Cesetti, il sindaco Calcinaro e l’ex prefetto di Fermo Zarrilli. “Ho ancora tanti altri sogni nel cassetto e progetti importanti da realizzare” è il messaggio che Beleggia ha mandato a ospiti e dipendenti. Il primo esempio arriva proprio da Pianegonda: a Milano aprirà a inizio anno il primo monomarca “perché deve tornare a essere un gioiello aspirazionale”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.