10212017Sab
Last updateVen, 20 Ott 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La speranza corre tra pelli e fibbie, Santori: "Lineapelle dirà come sta il calzaturiero. Occhio a India e Russia"

pelli

Sono un’ottantina le aziende locali che esporranno nei padiglioni della fiera di Milano fino al 6 ottobre. Sono invece 1284 gli espositori previsti, con un aumento del 3,5% rispetto a un anno fa, che arrivano da 48 Paesi.

FERMO – I calzaturieri, lasciando theMicam, hanno detto compatti: “Il vero banco di prova per come è andata la fiera sarà Lineapelle”. E il banco di prova è arrivato, domani si apre a Milano la tre giorni dedicata a pelli, accessori, componenti, sintetico, tessuti e modelli per calzatura e pelletteria. E come sempre protagoniste saranno le imprese del distretto fermano-maceratese.

Sono un’ottantina le aziende locali che esporranno nei padiglioni della fiera di Milano fino al 6 ottobre. Sono invece 1284 gli espositori previsti, con un aumento del 3,5% rispetto a un anno fa, che arrivano da 48 Paesi. “Dopo the Micam, che ha chiuso con numeri in crescita e buone aspettative, affrontiamo la nostra fiera con il piglio giusto, di chi vuole riprendersi fette di mercato” commenta Sara Santori, presidente della sezione accessoristi di Confindustria Centro Adriatico.

L’Italia resta il core business del settore, ma si guarda anche ai mercati esteri: “La Russia per il settore accessoristi presenta due possibilità: la prima è per la fornitura di materiale alle imprese che producono in Italia e vendono in Russia, la seconda è data da una crescente volontà russa di realizzare in proprio le scarpe” aggiunge la Santori.

Si confermano i mercati di riferimento come Spagna, Portogallo, nord Europa e India: “Le novità sono Sud Africa e Giappone, ma sono mercati per aziende già strutturate. Così come il sud America, con il Brasile e il Messico che chiedono i nostri prodotti, ma prima ci sono da superare pesanti dazi. Mentre è chiusa la porta di aree come quella turca, instabile da un punto di vista politico e anche monetario” ribadisce la presidente degli accessoristi.

Banco di prova anche per le date: “C’è grande attesa per vedere la reazione dei buyer. Un anno fa la vicinanza con theMicam ci penalizzò, perché chi era venuto poi non è tornato. Per questo siamo fiduciosi dopo questo spostamento di un paio di settimane. Sono attesi quindi più clienti esteri”.

La 93esima edizione di Lineapelle sarà nel segno della sostenibilità.  “Rispetto della natura, soprattutto da parte delle concerie, è una delle indicazioni che la fiera si prefigge anche attraverso un protocollo che è stato siglato dai principali produttori di pelli. La conceria italiana vive la sostenibilità come la naturale espressione di una visione innovativa rivolta all’eccellenza e al miglioramento continuo, che è garanzia di qualità per tutta la filiera di riferimento” conclude Sara Santori.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.