10202017Ven
Last updateGio, 19 Ott 2017 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Bollette ingiuste e burocrazia, i consumatori sono meno soli: a Fermo apre lo sportello di Udicon

udicon fermo

Il servizio è gratuito, “le prime consulenze sono garantite”, poi è necessario fare una tessera che costa dieci euro all’anno per usufruire dei professionisti e avere sostegno su pratiche più complicate che richiedono un lavoro che va oltre il consiglio.

FERMO – “Soddisfazione per l’implementazione dei servizi al cittadino”. Commenta così il sindaco Paolo Calcinaro l’apertura dello sportello dell’Udicom, Unione per la difesa dei consumatori. “Aumenta la democraticità del sistema città. Parlando da avvocato il cittadino a volte si trova spaesato, se non rassegnato, di fronte alla giungla burocratica. Ecco che le associazioni giocano un ruolo importante per dare supporto”. Avere un interfaccia è importante: “Ci si sente più tutelati”.

Come funziona lo sportello lo spiega Giovanni Mariani, segretario regionale Udicon: “Uno dei progetti del Consiglio Nazionale dei Consumatori Utenti, che dipende dal Ministero dello Sviluppo economico, prevede la creazione di sportelli al cittadino in cui in maniera pubblica, dopo aver risposto a un bando, si gestiscono informazioni utili”. Per partecipare servivano una serie di requisiti: “Noi contiamo 850 pratiche in Italia. Abbiamo vinto il 17 luglio e a metà agosto abbiamo aperto in via Medaglie d’Oro”.

In questo caso si parlerà di luce, gas e acqua: “Abbiamo tecnici ed eventualmente anche avvocati, se necessario”. L’Udicon ha al suo interno il conciliatore energia, gas e acqua: “Una figura che tratta direttamente con le aziende se ci sono problemi attraverso un ‘tribunale’ online”. Essendo gli ultimi nati, l’Udicon è partita completa.

Sono tremila gli iscritti Udicon al momento, più della Federconsumatori. Su trenta sportelli nazionali due sono dell’Udicon, uno a Reggio Calabria e uno a Fermo. “Fermo sarà il riferimento per Umbria e Lazio. E troverete Ennio Reschini, che è stipendiato dal Mise, che paga anche telefono e corrente”. Un’apertura importante in vista di martedì quando a Montegranaro ci sarà il congresso regionale. “Parteciperanno Umbria e Abruzzo con cui stiamo lavorando insieme dopo il terremoto. Abbiamo consegnato oltre dieci roulotte e dato un grande contributo alle aziende agricole” prosegue Mariani.

Il servizio è gratuito, “le prime consulenze sono garantite”, poi è necessario fare una tessera che costa dieci euro all’anno per usufruire dei professionisti e avere sostegno su pratiche più complicate che richiedono un lavoro che va oltre il consiglio. “Quelli che lavorano con noi hanno tariffe agevolate e definite in base al problema”. Si troveranno risposte sui problemi più diversi: condomini, sanità, banche, turismo, trasporti e utenze domestiche: “Abbiamo quindici avvocati pronti a collegarsi in videoconferenza, abbiamo docenti universitari esperti di acqua, dalla bolletta alla qualità: cerchiamo di dare le risposte necessarie” concludono i veritci Udicon.

Raffaele Vitali

redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.