08182017Ven
Last updateVen, 18 Ago 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Ingegneri gestionali made in Fermo: alta occupazione e reddito. Il rettore della Politecnica: "Siete i nostri campioni, le Pmi credano in voi"

lauree1
lauree2
lauree3
lauree4
lauree in piazza fermo 180716

Il rettore Longhi: “Siamo i primi in termini di occupazione dei nostri laureati. Secondo l’ultima indagine di Alma Laurea, i nostri magistrali a tre anni dalla laurea hanno la percentuale di occupazione pari al 90,2%, contro l’80% nazionale. Le Pmi investano su di voi". fotogallery

di Raffaele Vitali

FERMO - IL colpo d’occhio è spettacolare. Ventinove corone d’alloro, ventinove volti, ventinove sorrisi di chi sa che ora ha davanti a sé, nelle proprie mani, il futuro. E lo sa perché il rettore Sauro Longhi, chiamando uno per volta i ventinove laureandi, li ha proclamati dottori in Ingegneria Gestionale. Un corso che funziona quello dell’università Politecnica delle Marche. Lo dicono i numeri, che il rettore Longhi snocciola in un rapido discorso che nel finale diventa emozionale e ben augurante.

“Quello di oggi è un risultato importante per voi, per le vostre famiglie, per la società che vede in voi un capitale ricco e competente. La piazza, cuore della città, è il modo migliore di valorizzare tutto questo. L’università rappresenta uno strumento per la crescita dell’Italia e dell’Europa. La conoscenza può produrre ricchezza e distribuirla in modo consapevole”.

I laureati della Politecnica trovano lavoro. E questo non è un dettaglio considerando la percentuale sempre più alta tra neet e inoccupati. “Siamo i primi in termini di occupazione dei nostri laureati. Secondo l’ultima indagine di Alma Laurea, i nostri magistrali a tre anni dalla laurea hanno la percentuale di occupazione pari al 90,2%, cotrnol’80% nazionale con una retribuzione netta di 1325 euro, incrementata di 50euro in un anno, contro i 1270 nazionali”.

E se il quadro della Politecnica è roseo, quello per i laureati in Ingegneria Gestionale è dorato: “A tre anni l’occupabiltà sale al 92% e 1470 euro è lo stipendio medio” aggiunge il rettore. Lo devono capire le Pmi. Devono pensare di utilizzare questo capitale umano che formiamo con continuità all’interno del corso di laurea. Devono scommettere, usando contratti che permettono di valorizzare queste conoscenze e di combinarli con le esperienze che trova spazio nelle imprese. L’investimento in un contratto con questi giovani laureati lascia più di un consulente usato per un particolare servizio. l’investimento va fatto sul capitale umano e va ripetuto e ripetuto. Bisogna investire sui giovani e su chi ha studiato”.

La Politecnica festeggia nel 2017 i 25 anni di permanenza a Fermo. Longhi rende merito a chi ha resto tutto questo possibile: “C’è stata la volontà dell’Università, ma un ruolo decisivo, oltre a Comune e Provincia, lo hanno svolto i vertici della Fondazione Carifermo, da Grilli a Palma” che seduti in prima linea sorridono soddisfatti soprattutto perché il passato è diventato presente e ora ha un roseo futuro. “Siamo l’unica università del centro paragonabili alle migliori università del nord Italia. Iscrivere un figlio ai nostri corsi è una opportunità. Ingegneria gestionale è una opportunità e noi vogliamo incrementare i nostri iscritti, cresciuti già del 43% negli ultimi cinque anni” conclude il retore che incassa i complimenti e il ringraziamento del sindaco Paolo Calcinaro che poi si rivolge agli studenti: “La nostra piazza vi ringrazia. perché ci portate vita e vitalità”.

Quella che ora Longhi si augura scelgano di provare le imprese: “Voi site i nostri campioni, il vostro talento ci arricchirà”. E all’augurio esplose la festa. Coriandoli, bottiglie di spumante e cori per i 29 ingegneri, tra cui spiccano i 110e lode di Pamela Moroncini Pamela, Eleonora Grassi, Marco Procaccia, Fabrizio Provelli e Claudia Scoppolini Massini.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Molotov contro i vigili di Fermo, il sindaco: "Chi sa, parli"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.