11252017Sab
Last updateSab, 25 Nov 2017 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Confindustria Centro Adriatico, Macerata dice no. Salina Ferretti: "Stiamo da soli in attesa della fusione in un'unica associazione"

salinaferretti

Questo non inficia il rapporto con Fermo, da anni consolidato con servizi in comune e stessi interessi: “Continueremo a collaborare sotto ogni aspetto. Parlo sempre con Enrico Ciccola e così fanno i dipendenti delle due territoriali".

FERMO – Doccia fredda sulla proposta di condivisione del progetto che ha portato alla fusione tra Confindustria Fermo e Ascoli Piceno. La presidente dei calzaturieri di Macerata, Salina Ferretti, ovvero miss Naturino, è categorica: “A Macerata da due anni lavoriamo per arrivare a una sola Confindustria. Soluzione ideale per dimensione e tipologia di realtà”.

Una visione che dentro la territoriale maceratese, secondo la vicepresidente nazionale di Assocalzaturifici, è frutto proprio del dialogo tra le diversità. “Noi non abbiamo solo calzaturieri, ci sono importanti realtà di alti settori”. Di fronte alla decisione di Pesaro e Ancona di unirsi e la risposta identica ma diversa di Fermo e Ascoli, Macerata sceglie di fermarsi: “Aspettiamo da soli, perché posizionarsi significherebbe cristallizzare posizioni che diventerebbero inconciliabili”.

Questo non inficia il rapporto con Fermo, da anni consolidato con servizi in comune e stessi interessi: “Continueremo a collaborare sotto ogni aspetto. Parlo sempre con Enrico Ciccola e così fano i dipendenti delle due territoriali. Ma questo non mi fa cambiare visione: una sola Confindustria è la soluzione per le Marche”. La chiusura è amara: “In troppi parlano di fusione e poi si muovono in maniera diversa. Di fronte a queste scelte noi restiamo da soli con la nostra struttura solida e snella che hai bilanci in ordine e le idee chiare”. 

 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.