11252017Sab
Last updateSab, 25 Nov 2017 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

"Il credito cooperativo ora è più forte e vicino alla gente". Fusione fatta tra Bcc del Fermano e di Ripatransone

Fusione Bcc Ripatransone e del Fermano2

“La Banca del Fermano – ha sottolineato Mosca – in quasi dieci anni ha avuto il merito di far crescere gli impieghi quando altri imponevano dei tagli, di mantenere gli affidamenti quando sarebbe stato più logico non farlo".

FERMO – Uniti si diventa più forti. Si è concretizzata così la fusione tra la Bcc di Ripatransone, nata nel gennaio del 1905, con la Bcc del Fermano. Insieme formano una nuova forza del credito cooperativo con un nome lungo ma che non toglie peso a nessuno: Bcc di Ripatransone e del Fermano.

L’utima firma davanti al notaio Francesco Ciuccarelli. A siglare il contratto Michelino Michetti, in qualità di presidente del Cda e rappresentante della "Banca di Ripatransone e del Fermano - Credito Cooperativo - Società Cooperativa", e il presidente della Bcc del Fermano, Andrea Mosca.

“La Banca del Fermano – ha sottolineato Mosca – in quasi dieci anni ha avuto il merito di far crescere gli impieghi quando altri imponevano dei tagli, di mantenere gli affidamenti quando sarebbe stato più logico non farlo. Ma la logica non si sposa con l’atteggiamento di una banca di credito cooperativo, che opera sì secondo logica ma tenendo sempre presente che prima vengono i suoi soci, i suoi correntisti, le persone che si sono affidate alla banca per vivere e lavorare con tranquillità e soddisfazione”.

Soddisfatto Michetti: “La storia del Credito Cooperativo marchigiano si arricchisce di una data da ricordare, da luglio si inizia a lavorare in modo se possibile ancor più intenso al fianco delle imprese, delle famiglie, dei cittadini”. La promessa è di fare ancora di più visto che “l’unione fa la forza”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.