09252017Lun
Last updateLun, 25 Set 2017 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Svolta nelle Marche, firmato l'accordo per la detassazione dei premi di produttività

contrattopasta

E' stato firmato il primo protocollo sulla detassazione dei premi produttività. A firmarlo Confcommercio Marche, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil.

ANCONA – Regione Marche regione pilota: è stato firmato il primo protocollo sulla detassazione dei premi produttività. A firmarlo Confcommercio Marche, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil. “Un accordo storico che accorpa 8 contratti di lavoro CCNL e 5 Accordi Collettivi Nazionali, coinvolgendo dunque una fascia territoriale economica molto estesa ed una fetta importante del Pil regionale (almeno il 40%)”.

L’accordo prevede “la detrazione sui premi di produttività e ne ridefinisce i criteri per la determinazione degli incrementi, della redditività, della qualità, dell’efficienza e dell’innovazione ai quali i contratti territoriali od aziendali dovranno legare la corresponsione di importi o di prestazioni”.

I premi non sono soltanto legati al riconoscimento economico sulla produttività ma anche a servizi che possono essere attivati ed erogati monetariamente nell’ambito del welfare aziendale ottenendo così un doppio beneficio: per il lavoratore, di avere servizi e/o beni legati all'educazione, istruzione, ricreazione ed assistenza totalmente esenti aumentando il potere d’acquisto del premio. Per l'azienda, di avere un minore costo del premio in virtù del non assoggettamento ad imposizione contributiva.

“Il welfare aziendale – sottolineano i vertici della Confcommercio Marche Centrali - sia diventato una vera e propria priorità”. L’accordo quadro è valido per le province di Ancona, Macerata e Fermo. “Un’altra questione da sottolineare è il fatto che sono stati inclusi nell’accordo gli impianti sportivi un elemento che ci permette di migliorare ancora di più la sinergia tra turismo e benessere”. La legge di Bilancio 2017 interviene potenziando le misure incentivanti già previste, in particolare innalzando i limiti dell’imponibile ammesso al beneficio e la soglia di reddito entro la quale essa è riconosciuta. L'applicazione dell’imposta sostitutiva del 10% collegata alla produttività, deve essere necessariamente subordinata a un accordo collettivo sia esso aziendale o territoriale ma lo stesso accordo dovrà introdurre in modo inequivocabile lo stretto collegamento con gli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.