02252017Sab
Last updateVen, 24 Feb 2017 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Fashion time, apre il Pitti Uomo: tanti calzaturieri fermani tra i big della moda. Sir Paul Smith super ospite

panoramicapitti

Quattro giorni da non perdere durante i quali l’Ice porterà 180 persone tra buyer e giornalisti esteri, esponenti di primarie imprese di distribuzione e commercializzazione e delle più prestigiose testate specializzate, in provenienza da 15 Paesi.

di Raffaele Vitali

FERMO – Pitti Uomo 91 è pronta ad alzare il sipario: su una superficie espositiva di 60.000 mq si alterneranno 36mila visitatori per ammirare 1.220 marchi, dei quali il 44%, 540, esteri. Sono attesi oltre 36.000 visitatori.

Ci saranno numerose aziende del distretto fermano maceratese: Cappelletti, Doucal’s, Fasciani, Franceschetti, Harmont&Blaine, Gallucci, Guardiani, Malloni, Pantofola D’Oro, Premiata, Rocco P, Spernanzoni, Lattanzi, Sassetti. Ci sarà Fabi, con un nuovo, grande ed elegante stand in stile Old England in cui presentare le nuove scarpe da uomo elegantissime ma così flessibili che ci si potrebbe anche ballare. Una scelta non a caso visto che tema-guida dei saloni invernali di Pitti Immagine è “Dimmi come balli e ti dirò come vesti”. #PittiDanceOff è espressione di sé, del proprio corpo, dell’energia e del piacere di vivere ma anche di esibirsi. Ci saranno le Crocs, americane ma nate dalle mani della famiglia Vecchiola di Montegranaro che tuttora produce il materiale senza peso con cui vengo realizzate dentro la Finproject,

Il grande ospite, il Pitti Immagine Special Guest, arriva dall’Inghilterra ed è sir Paul Smith, icona del Brit style con la sua miscela di heritage, ispirazioni pop ed eclettismo. Ha scelto Pitti Uomo 91 come palcoscenico per l’evento speciale di lancio della collezione PS by Paul Smith, la sua linea contemporary che fonde luxury design ed effetti performance, tecno tessuti e tagli ergonomici.

Al fianco del Pitti, come sempre, l’Ice. Non poteva essere diversamente visto che si parla, dentro la Fortezza da Basso, della fiera di riferimento mondiale per la moda maschile contemporanea. Quattro giorni da non perdere durante i quali l’Ice porterà 180 persone tra buyer e giornalisti esteri, esponenti di primarie imprese di distribuzione e commercializzazione e delle più prestigiose testate specializzate, in provenienza da 15 Paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Russia, Cina, Corea del Sud, Giappone, Stati Uniti.

Oltre a Paul Smith, ospite d’eccezione è il designer belga di stanza a New York, Tim Coppens, pluripremiato per la sua arte di fondere il tailoring allo street style e allo sportswear. Come anteprima dell'apertura (10 gennaio) del salone con i suoi ospiti, oggi il Centro di Firenze per la Moda Italiana presenterà a Palazzo Pitti la mostra fotografica «Fashion in Florence through the lens of Archivio Foto Locchi»: 100 scatti rari dagli anni Trenta ai Settanta che raccontano la storia della moda a Firenze. Poi tanto spazio ai designer di tutto il mondo, giovani e innovativi come Francesca e Alessandro Gallo, Carlo Volpi, Lucio Vanotti, Sansovino 6 e Alessandro Sartori, nuovo direttore creativo di ZZegna.

redazione@laprovinciadifermo.com @raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Elezioni, le idee di Marinangeli

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.