Boccia e Vaciago oggi incontrano Fermo. Melchiorri, Confindustria:"Parliamo di economia reale, di crisi dei consumi"

melchio santo

Per l’occasione l’associazione apre le porte a tutti i cittadini che dalle 17 potranno prendere posto nella sala conferenze e ascoltare le ricette di chi l’economia la guida, spesso la subisce, di certo la studia.

FERMO – Giornata importante per l’economia di Fermo. A Villa Vinci arrivano il presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, e l’economista Giacomo Vaciago. Per l’occasione l’associazione apre le porte a tutti i cittadini che dalle 17 potranno prendere posto nella sala conferenze e ascoltare le ricette di chi l’economia la guida, spesso la subisce, di certo la studia.

Il neo presidente Giampietro Melchiorri farà il suo debutto pubblico, dopo il saluto intervento del past presidente Andrea Santori, e punterà su un dato: “Non si placa la crisi dell’economia reale, dei consumi”. Poche e chiare parole che segnano il destino del mondo economico fermano: “Noi siamo manifatturieri, quindi accusiamo per primi il colpo. Oggi vogliamo svegliare gli animi di chi muove l’economia, che non è solo un pc e guadagni immediati spostando numeri da un server all’altro”.

Si parlerà del mondo, dell’internazionalizzazione, senza dimenticare quello che non va: “Dire ‘diamo un milione di euro per iniziative in America’, è meglio non dirlo. Perché quando una regione dà questo come contributo, è come mettermi in mano 80 euro. Anche questo bisogna dire e anche questo dirò” ribadisce Melchiorri che vuole con forza accendere il faro sull’economia reale, “troppo spessa schiacciata dal chiacchiericcio politico”.

E Boccia di che parlerà? E Vaciago, saprà stimolare la riflessione e dare se non soluzioni almeno consigli? Basta arrivare alle 17 a Villa Vinci, di fronte al piazzale del Duomo, sedersi e ascoltare. Lo faranno gli imprenditori, per una volta lo possono fare tutti i cittadini.

r.vit.

@raffaeelvitali