09162019Lun
Last updateDom, 15 Set 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Pitti e Noah, Fessura pronta al decollo: suola massaggiante, accordo con Finproject e investitori

reflexvecchiola

Il prodotto è di qualità, quello che mancava era la presenza a livello di immagine. In un colpo solo due momenti: Pitti Uomo a Firenze e Noah a Berlino. 

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – I fratelli Vecchiola hanno acceso i motori, il decollo è vicino. Dopo aver brillato davanti alle telecamere di Sky, stupendo tutti i tecnici e ci consulenti finanziari di BHeroes, il mondo Fessura ha deciso di seguire i consigli forte anche dell’ingresso in società di un fondo con 100mila euro, “potrebbe crescere la partecipazione” precisa Andrea Vecchiola, e ha cominciato a investire in marketing. Il prodotto c’era, quello che mancava era la presenza a livello di immagine. In un colpo solo due momenti: Pitti Uomo a Firenze e Noah a Berlino. Due momenti per un unico percorso: far decollare la Reflex, la nuova innovativa scarpa ideata all’interno della dinamica azienda che ha cuore e testa a Montegranaro e un corpo cinese che si sta espandendo nel mondo.

“Una sneaker innovativa e tecnologica che migliora le performance e stimola corpo e cervello”. Questa è Reflex, la sneaker che con un sistema brevettato che aumenta le performance di rebound, valorizza l’impatto riflessologico e migliora il benessere psicofisico generale della persona. “Il segreto di Reflex sta nella speciale “intersuola/suola” che, grazie all’esclusiva formula “extrabounce”, conferisce alla scarpa leggerezza, flessibilità e morbidezza, qualità che vengono trasferite a beneficio del piede, e non solo, grazie alla pressione che si esercita camminando” spiega Vecchiola. Che con questa scarpa rompe anche un altro muro, quello che non lo vedeva lavorare, pur facendo scarpe ultraleggere, con l’altro ramo della famiglia, il mondo Finproject e quindi i cugini di Xl Extralight. “I quattro cuscinetti ad alta tecnologia che la compongono sono il risultato di un esclusivo e brevettato processo produttivo e sono realizzati in XL EXTRALIGHT®, il materiale ultra leggero frutto della ricerca e della creatività? dei laboratori della Finproject. Tali cuscinetti sollecitano delle macro-aree del piede che si dividono in: “Mind” ovvero la zona più alta della pianta situata sotto le dita che agisce su testa e cervello; “Body” subito dopo le dita che procura beneficio alla respirazione; “Energy” collocato nell’arco del piede che stimola le funzioni vitali del corpo; “Reflex” che si trova esattamente sul tallone agisce sulla postura e bilancia la camminata”.

Una calzatura eco-friendly realizzata con un pellame riciclato superleggero, una membrana in sughero naturale e la suola superleggera. Ma siccome l’eco non basta, ecco anche il tech: oltre al sistema di propulsori interni, la Reflex è dotata di una suoletta smart collegata ad un’app che fornisce indicazioni biometriche e di postura.

“Un sogno reso possibile dal nostro impegno e ora anche dal supporto che la trasmissione BHeroes ci ha dato. I 100mila euro ottenuti sono il frutto di un calcolo legato al valore dell’azienda. Gli advisor hanno valutato molto bene la nostra crescita, siamo considerati una azienda in sviluppo, con un alto potenziale. Abbiamo dimostrato agli investitori che negli ultimi cinque anni siamo cresciuti del 30% all’anno.  L’incubatore BHeroes ha valutato le potenzialità del prodotto e anche le scelte strategiche fatte negli ultimi anni con una progressione internazionalizzazione che oggi ci ha portato a essere presenti su 40 mercati”.

Modello di business e brevetti, un’accoppiata vincente che con Reflex Vecchiola è convinto di portare ai massimi livelli: “Ma non ci fermiamo, dopo questo lancio lavoreremo insieme con Finproject per un co-branding e un loro nuovo materiale elastico. Poi, inizierò a contattare altri grandi, come Tod’s. Non voglio custodire la mia tecnologia. Andrò da Della Valle e gli mostrerò il potenziale, gli chiederò se vuole creare la Tod’s Reflex. Perché questo è la mia speranza, dare tecnologia e know how fuori dalla mia azienda e ora sapere di avere Finproject al nostro fianco significa poter puntare ai top player”.

Con l’attenzione che le suole rivestono ormai sul mercato (LEGGI QUI) immaginare uno sviluppo anche ‘medico’ per l’innovativa reflex non è sbagliato: “L’obiettivo resta una scarpa che aiuti il benessere psicofisico. La riflessologia cinese cura in primis stress e ansia, non solo schiena e muscoli. Partendo da lì, noi puntiamo a dare il pleasure alle persone. Quando Sofia Telatin, laureata in design al Naba (Nuova accademia belle arti di Milano) mi presentò l’idea, ci ho subito creduto. Mi convinse con una telefonata, che le aveva consigliato di fare una sua professoressa che conosceva il mondo Fessura e lo riteneva ‘avanti’. Essendo presenti sul mercato cinese, che per me è metà della mia vita, so bene cosa significhi lavorare sul piede. Io ho ingegnerizzato il suo modello e l’ho brevettato lavorando insieme agli ingegneri che ci seguono insieme a un team di podologi di Milano. Un lungo studio, che ho testato personalmente portando la scarpa pe mesi. E ora, eccoci qua”. Firenze e Berlino, la rivoluzione è appena iniziata.

 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.