05262019Dom
Last updateDom, 26 Mag 2019 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

La Finproject è pronta a entrare in Borsa: crescita economica e sociale nel segno di Mattei

vecchiomattei

In totale sono più di 1200 le persone a busta paga del gruppo Finproject, leader nella produzione di materiali plastici, tra cui XL EXTRALIGHT, materiale espanso ultraleggero alla base di prodotti di successo globale come Crocs e O’Bag.

Prima hanno bonificato l’area, un intervento fatto per la città, per i residenti. C’era amianto abbandonato, una discarica abusiva. Poi, d’accordo con il Comune di Ascoli Piceno, hanno promosso l’iniziativa di dedicare quella strada che taglia la zona industriale all’ingegnere marchigiano Enrico Mattei, il fondatore dell’Eni, volto della miglior imprenditoria italiana nel mondo. E ora, con l’azienda che continua a crescere e i soci in aumento, la Finproject si prepara all’ingresso in Borsa. Se ne parla da tempo, ma ogni passo dentro casa Vecchiola, che possiede il 60% del gruppo che fattura oltre 200milioni di euro, viene valutato alla perfezione.

A parlarne, durante la cerimonia di intitolazione della strada, è l’Ad Maurizio Vecchiola. “Facciamo già parte di Élite (il programma pre ingresso in Borsa per le aziende di alto livello come Sabelli e Tigamaro, ndr) poi sarà l’assemblea dei soci a decidere sui tempi di ingresso in Borsa. Intanto noi investiamo 3,5 milioni per un nuovo stabilimento per la logistica tra Ascoli e Ancarano, dove abbiamo 390 dipendenti”. In totale sono più di 1200 le persone a busta paga del gruppo Finproject, leader nella produzione di materiali plastici, tra cui Xl Extralight, materiale espanso ultraleggero alla base di prodotti di successo globale come Crocs e O’Bag e main sponsor di realtà sportive come Poderosa Basket e Fermana Calcio.

Tornando a via Mattei, x via Fornaio, non è solo una questione di nome, per Vecchiola è un segno: “Vuole essere uno stimolo all’intera industria del territorio perché insegua sempre più la visione e l’ambizione al successo nel nome di colui che è unanimemente considerato il marchigiano più illustre del Novecento”. Il sindaco Guido Castelli non ha avuti dubbi di fonte alla richiesta di un gruppo che spesso collabora con l’Amministrazione. “Oltre all’eliminazione della discarica – aggiunge il primo cittadino – la Finproject si è impegnata anche ad allestire la relativa illuminazione e rendere verde l’area”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.