07242019Mer
Last updateMar, 23 Lug 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Suola che massaggia e tomaia in plastica riciclata: per Sky e 'B Heroes' Fessura è tra le migliori start up

bheroes5

Non un reality, “B Heroes è un 'Giro d'Italia' che fa vedere cosa succede nelle imprese che innovano” spiega l'ideatore del programma, Fabio Cannavale, fondatore e ceo di lastminute.com

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – E poi su Sky Uno appare il volto sorridente di Andrea Vecchiola. E con lui l’azienda Fessura, scelta tra oltre 700 start up per diventare protagonista di una docu-serie in 15 puntate sul mondo delle startup italiane. Non un reality, “B Heroes è un 'Giro d'Italia' che fa vedere cosa succede nelle imprese che innovano” spiega l'ideatore del programma, Fabio Cannavale, fondatore e ceo di lastminute.com, il sito di successo delle vacanze all'ultimo minuto. È stato lui a convincere Intesa Sanpaolo a collaborare attivamente al progetto, nel quale le telecamere di Sky Uno seguiranno 20 start-up selezionate per capire le loro aspirazioni e i loro obiettivi ma soprattutto che cosa manca loro per diventare vincenti sul mercato. “La vitamina della nuova economia sono le start up” prosegue Cannavale che ha diviso le imprese in quattro categorie. Nella fascia Tradizione e Innovazione entra Fessura. Ogni puntata una sfida a due, Fessura ha evitato lo scherzetto del primo aprile e il 2 è entrata in scena, guadagnando subito il pass per la fase successiva con la speranza di arrivare al 12 aprile, giorno dell'ultima puntata, girata nel grattacielo di Intesa San Paolo a Torino, dove verranno svelate le migliori start-up e soprattutto quella che si aggiudicherà l'investimento principale di 'B Heroes', pari a 500mila euro. Il verdetto è affidato a tre super giudici: Silvia Candiani, amministratore delegato di Microsoft Italia, Laurent Foata, managing director Ardian Growth e Dina Ravera, executive manager, board member & business angel.

Quello della finale è il sogno, ma già solo superare la prima puntata è un grande vantaggio, perché permette alle migliori otto start up di accedere alla fase di accelerazione che prevede il supporto di un pool di imprenditori e mentor e di 4 aziende di settore: A2a per la categoria di 'Sviluppo sostenibile', l'Irccs Ospedale San Raffaele per la categoria 'Salute e benessere', Jakala per la categoria 'Tradizione e innovazione' e Sketchin-Bip Group per la 'Trasformazione digitale'. "Le start-up sono fondamentali e strategiche per la crescita del Paese", sottolinea Teresio Testa, responsabile sales & marketing imprese Intesa Sanpaolo e direttore generale Mediocredito italiano, secondo cui "dall'innovazione derivano le storie di successo". “Ma startup - ricorda Cannavale - non significa solo aziende digitali o app, vedi l'esempio di alcune imprese che hanno partecipato al programma come una fabbrica di scarpe delle Marche”. E la fabbrica è Fessura, che alle 19:22 del 2 aprile, su Sky, fa sapere a milioni di spettatori che la sua avventura va avanti. “Nessuno da solo può fare qualcosa. La prima cosa che guardo è il team, il rapporto tra gruppo e proprietà” ribadiscono all’inizio gli esperti. E Andrea Vecchiola si presenta con Sofia Telatin, laurea in design del prodotto. “Mio nonno è partito industrializzando la calzatura, io l’ho de-industrializzata” introduce Vecchiola, che è la voce dell’azienda nel programma, con la Testin impegnata nello spiegare l’innovativa suola che Fessura vuole lanciare sul mercato.

La puntata è anche uno spot per Montegranaro, “patria della calzatura tradizionale”. Andrea Vecchiola parte parlando del nonno e lo fa passeggiando per le vie della cittadina e dentro il nuovo quartier generale creato nel palazzo che un tempo ospitava la fabbrica di famiglia e racconta quello che il distretto calzaturiero conosce, ma che il mondo deve ancora apprezzare appieno. E proprio sul marketing arrivano le critiche più dure dei giudici. Ma Vecchiola non traballa, è convinto del suo progetto e del percorso intrapreso. “Quando sono partito ho pensato a una calzatura senza ausilio di macchinari, che vada oltre cucinatura, forma e finitura. Volevo saltare i processi e ho individuato una suola con punta e tallone su cui agganciare una tomaia con fessure passanti. Nella mai idea c’era la fascia che partendo dalla prima Fessura avrebe completato la scarpa. Con una suola e una fascia avevo una scarpa. Fatto il prototipo andai da mio nonno”. E quel momento lo racconta Vincenzo Apolloni, storico impiegato, l’incontro col nonno che disse “non è male, questa è la chiave del fabbricato, vai su e inizia”. Il primo messaggio fu “datti tempo”. E Andrea con i fratelli, Giorgio il grande, e Marco il giovane, ha intrapreso il viaggio “Abbiamo cercato la miglior tecnologia. Ho cominciato a viaggiare in Asia, in Cina. E lì ho trovato il partner giusto a Hong Kong, dove ho aperto fessura Italia con sette persone nel team”. Poi è arrivata Sofia Telatin, la designer con cui lavorare al futuro. “Ecco la suola reflex, che fa un massaggio di sollievo durante la camminata. C’è poi la tomaia, fatta con il filamento delle bottiglie di plastica, questo è un vero riciclo”.

I colloqui durante B Heroes si svolgono ai tavoli di selezione, con i ‘giurati’. “Un confronto continuo, utili a prescindere per crescere” sottolineano gli imprenditori davanti alle telecamere. Chiaro che poi il sogno sia vincere. Come crescere? “Siamo sul mercato e ci stiamo sviluppando. Ma manca qualcosa”. Lo sa Vecchiola e quindi non si stupisce quando definiscono Fessura una azienda con un “marketing scarso”. Ma sulla tecnologia messa in campo Vecchiola non arretra: “Abbiamo disegnato la scarpa bianca e trasparente per far capire la tecnologia senza farla toccare”. Una scarpa da duecento euro da distribuire nei 450 punti vendita tra Italia e mondo.

I giudici, dopo aver ascoltato anche la seconda start up legata al mondo dell’assicurazione e Poleecy. “Fessura ci è piaciuta molto” ribadiscono i giudici durante la discussione. La decisione arriva e la comunica Fabio Cannavale. È l’ingresso dentro il programma di accelerazione e poi magari, chissà, in finale per il finanziamento. Cannavale convoca prima i due di e Poleecy e li esclude. Sono le 19,22 tocca a Fessura: “Andate avanti, ma dovete lavorare sodo. Io investo su chi vuole davvero cambiare le cose”. Appuntamento alla prossima puntata, sperando di ritrovare Andrea e Silvia il 12 aprile in finale.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.