04232019Mar
Last updateLun, 22 Apr 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

La Cina ai piedi degli alunni del Montani griffati Buschi: chimica e tecnica dominano a Pechino

oromontani

Complimenti da tutta la comunità del Montani, è il commento che ha scatenato la festa sui social in onore di Massimiliano Ceci e Alessandro Verrocchio, Francesco Vittori e Leonardo Piantomas.

Pechino – Semplicemente bravi. “Non avevo dubbi” è il primo comento che appare sulla pagina facebook dell’Iti Montani alla notizia della vittoria alla 39° edizione del Beijing Youth Science Creation Competition (BYSCC) a Pechino. Ha portato bene l’abito con tanto di cravatta regimental che il sarto Buschi ha realizzato per i quattro alunni che hanno rappresentato il glorioso istituto, ma in realtà l’intera Italia, in Cina.

“Abbiamo vinto il primo premio con il progetto della chimica e il secondo (ma in realtà primo come progetto singolo) per il la suola anti ghiaccio partecipante al “mini make faire”. Complimenti da tutta la comunità del Montani” è il commento che ha scatenato la festa sui social in onore di Massimiliano Ceci e Alessandro Verrocchio, Francesco Vittori e Leonardo Piantomas.

“Il Modello Montani è sempre attuale, farsi carico dei problemi delle aziende, del territorio, nazionali e mondiali, raccogliere dati, analizzare, sperimentare, trovare soluzioni efficaci, restituire la soluzione al mondo. Oltre l'impegno a parole, impegno che trova soluzioni” aggiunge la dirigente Margherita Bonanni che bissa il trionfo marchigiano ottenuto dall’istituto Fermi di Ascoli piceno tre anni fa.

A conquistare la giuria il progetto di chimica, quello sul riciclaggio di rifiuti alimentari per produrre materiali compositi nuovi e sicuri dal titolo “Upcycling of food waste to produce new and safe composite materials”. Per un anno la bandiera italiana sventolerà nel mondo come modello di ricerca, di capacità, di futuro. Per il Montani una grande iniezione di fiducia e la conferma che con la preside Bonanni il cammino intrapreso è quello giusto per tornare un istituto di caratura nazionale. Con i quattro moschettieri, in Cina, c’erano Cesare Perticari, Daniele Marucci, Daniele Trasatti, Margherita Bonanni e la professoressa maga della chimica Teresa Cecchi.

Massimiliano Ceci e Alessandro Verrocchio, Francesco Vittori e Leonardo Piantomasi: ecco i quattro del Montani che hanno tratto ispirazione per i loro due progetti da un semplice numero, i 30 milioni di chili di plastica che ogni anno il mondo produce.  Con loro in Cina approderanno cinque professori: Cesare Perticari, Daniele Marucci, Daniele Trasatti, Margherita Bonanni e la professoressa maga della chimica Teresa Cecchi.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.