03272019Mer
Last updateMar, 26 Mar 2019 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Le priorità degli imprenditori. Melchiorri all'attacco: la Regione investa risorse negli sgravi fiscali

Melchiorri

Un’area di crisi complessa di cui si parlerà lunedì in Provincia in occasione del Tavolo per lo Sviluppo e la Competitività.

FERMO – Più che un appello è un richiamo alle proprie responsabilità quello che Giampietro Melchiorri, vicepresidente di Confindustria centro Adriatico, rivolge in primis alla regione Marche: “Quello che chiedo al presidente della regione Luca Ceriscioli è di farci giocare alla pari con altre zone, come Campania e Puglia”. Il che significa inserire milioni di euro a bilancio per una vera riduzione degli oneri fiscali che permettano di abbassare il costo del lavoro aiutando così il sistema a ripartire. in primis quello calzaturiero: “Il Micam si è chiuso con più ombre che luci nonostante presentassimo la collezione invernale che da sempre è il punto di forza del distretto calzaturiero. Lo sapevamo che sarebbe andata così, non è un vezzo il riconoscimento dell’area di crisi complessa per cui abbiamo lottato”.

Un’area di crisi complessa di cui si parlerà lunedì in Provincia in occasione del Tavolo per lo Sviluppo e la Competitività: “Dobbiamo riempire l’area di crisi di interventi mirati per il Fermano-Maceratese. Dobbiamo tarare gli investimenti, non si può pensare di far partecipare le imprese con milioni di euro”. L’imprenditore si spoglia per un momento del suo essere calzaturiero e parla per tutte le imprese: “Non va mai dimenticato che all’interno del nostro territorio non tutti arrancano, ci sono piccole nicchie di successo, sia nel calzaturiero, sia in settori come la meccatronica o la chimica. Solo che lo sviluppo passa anche per una crescita infrastrutturale delle Marche. I clienti arrivano, non sai mai dove farli ‘paracadutare’”.

Non usa a caso paracadutare come verbo Melchiorri, visto che in attesa di un vero rilancio dell’aeroporto di Ancona, il presidente Ceriscioli è ottimista, ogni viaggio verso il distretto è una specie di un’odissea. “Come farli arrivare in quella che si vorrebbe chiamare ‘Shoes Valley’: il “gap” infrastrutturale è troppo vistoso nelle Marche e in particolare nel Fermano. Ma prima di darci un nome, dobbiamo rendere il territorio attrattivo e soprattutto dobbiamo portare i buyers in un’area carica di fiducia e non di dubbi. Evitiamo approssimazioni, siamo imprenditori dobbiamo lavorare insieme per rendere il progetto concreto, fattibile e soprattutto vincente”.

Anche con l’aiuto della Camera di Commercio delle Marche che Melchiorri sente vicina. “Il lavoro che stiamo facendo con il presidente Gino Sabatini è importante. Insieme, come associazioni di categoria, abbiamo pensato a una serie di misure per aiutare chi è in difficoltà e chi vuole continuare a correre, servono interventi urgenti e forti, poi ben vengano anche i progetti di lungo periodo: voucher per le imprese nel mondo, aiuto al credito per coprire i campionari o in caso di altre tipologie di imprese gli investimenti”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.