04212019Dom
Last updateSab, 20 Apr 2019 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Duecento lavoratori in cammino: Cgil e Cisl portano il Fermano a Roma. 'Ricostruzione e area di crisi, subito'

cifani degrazia

E così per le pensioni, per l’istruzione e la spesa pubblica”. In maniera più efficiente e creare politiche migliori dal punto di vista fiscale, sulle pensioni, sulla sanità, sull’istruzione e sull’amministrazione pubblica”.

FERMO – “Mai visto un periodo di crisi così lungo per il calzaturiero”: le parole di Alfonso Cifani, segretario Cisl, sono la base di partenza per i quattro pullman, “ma sono certo che ne riempiremo cinue”, che sabato raggiungeranno Roma con tanti lavoratori che vogliono dire no alle scelte economiche del Governo gialloverde. Partono insieme la Cisl e la Cgil guidata da Alessandro De Grazia. Obiettivo, chiedere un confronto su reddito di cittadinanza e quota 100 “su cui non siamo contrari, ma non condividiamo il modo di prendere le decisioni”.

Sono in attesa dell’area di crisi complessa: “ma senza strumenti mirati ci facciamo poco. Servono investitori, del resto le facilitazioni non mancano. Se non c’è lavoro, di che redditi parliamo?” prosegue. Il titolo della manifestazione è proprio #futuroallavoro. “Noi portiamo in piazza la parte sana del Paese, se trattiamo i risultati saranno migliori. Bisogna usare al meglio le risorse messe in campo per politiche fiscali più efficaci. E così per le pensioni, per l’istruzione e la spesa pubblica”. In maniera più efficiente e creare politiche migliori dal punto di vista fiscale, sulle pensioni, sulla sanità, sull’istruzione e sull’amministrazione pubblica”. Un esempio? “Ragioniamo insieme su come affrontare la ricostruzione, può essere l’occasione di rilancio di questa parte di Marche”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.