08182019Dom
Last updateDom, 18 Ago 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Intervista. Pompozzi: 'MarcaFermana a tutto campo: App in inglese, navette per i borghi, promozione e risorse'

stefanpompozzi

Tra le conferme nel bilancio c’è un fondo per un mini bando di sostegno economico alle attività dei Comuni e dei privati soci. Un esempio, la Lavandaso che abbiamo cofinanziato.

di Raffaele Vitali

FERMO - Sindaci, associazioni di categoria e privati si sono ritrovati nella sala consiliare della provincia di Fermo per discutere il bilancio di previsione di MarcaFermana, la realtà che rappresenta, o rappresenterebbe, tutti i comuni di Fermo e i principali stakeholder nel campo della promozione turistica.

Stefano Pompozzi, presidente di MarcaFermana, come è andata?

“Senza problemi, non ci sono state polemiche o discussioni animate”.

Ha convinto tutti con il bilancio previsionale?

“Approvato all’unanimità. Non cambia di molto rispetto al 2018. Prevede un contributo regionale di 80mila euro in via prudenziale (un anno fa 120mila), contributi vari, il rientro di 12mila euro dal progetto SmartMarca con il rimborso da parte del Gal. Un bilancio previsionale con un utile di 15mila euro. Le quote non cambiano per i soci, che pagano somme basse in base alla fascia di popolazione, stando ai comuni”.

Quali attività prevede?

“Le due voci principali includono 102mila euro (30mila di dipendenti ndr) di uscite e 115mila di entrate. Abbiamo previsto l’implementazione dell’App SmartMarca, aumentando i contenuti con una fruizione multilingue e un aumento della multimedialità; confermiamo e facciamo crescere le navette, che vogliamo potenziare senza farla scadere. Un conto è il trasporto pubblico locale, un altro è la nostra escursione con guida con percorsi strutturati. E poi c’è un fondo per un mini bando di sostegno economico alle attività dei Comuni e dei privati soci. Un esempio, la Lavandaso che abbiamo cofinanziato”.

Richieste dei sindaci?

“In maniera propositiva alcuni hanno chiesto di essere inseriti nelle mete degli itinerari delle navette. Valuteremo la giusta via di mezzo tra il potenziare il servizio e il rischio inflazionamento”.

A livello di promozione, quali gli appuntamenti?

“Siamo concentrati sulla Bit di febbraio, visto che Marcafermana è il soggetto che per la regione fa da raccordo sul territorio. La Regione ogni anno organizza un’ora per ogni provincia nello stand all’interno della Bit. Per questo ho spiegato ai soci che bisogna scegliere un comune rappresentativo per ogni zona provinciale che parli per qualche minuto: costa, Valdaso e montagna per cominciare. Ecco l’occasione del fare rete. Visto che tutti parlano di rete, sono sicuro che il prossimo presidente potrà toccare con mano una nuova era in cui si lavora per il gruppo. Spero che la rete non sia davvero solo un titolo di giornale, una dichiarazione per fare effetto”.

Pompozzi, lei è in scadenza. Questo è il suo ultimo bilancio, e ora?

“La prossima assemblea approverà il rendiconto del 2018. Vedremo se prima o dopo le elezioni amministrative, e sarà anche l’assemblea che conterrà l’elezione del nuovo direttivo e presidente. Ho annunciato che il mio successore, non penso proprio di ricandidarmi, si troverà in mano un’associazione sana ed efficiente, quindi potrà farla diventare davvero sulla carta l’associazione per la promozione e l’accoglienza turistica locale”.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.